Attenzione per rischio valanghe nelle Dolomiti venete

BELLUNO – In riferimento alla situazione nivometeorologica attesa sul territorio regionale, come da Bollettino Neve e Valanghe emesso dal Centro Valanghe di Arabba, preso atto dell’Avviso di Criticità Valanghe emesso dal Centro Funzionale Decentrato, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema Regionale di Protezione Civile, Per Rischio Valanghe si dichiara lo FASE OPERATIVA DI ATTENZIONE per il territorio antropizzato della zona MONT-1 (Dolomiti) da riconfigurare a livello locale in FASE OPERATIVA DI PREALLARME O ALLARME in presenza di particolari e non prevedibili situazioni di emergenza a partire da sabato 10 febbraio ore 18:00.

Si richiama l’attenzione degli Enti in indirizzo per ogni opportuna azione di vigilanza e prevenzione in ordine ai fenomeni segnalati e agli eventuali effetti attesi sul territorio, attuando quanto previsto dal proprio Piano di Protezione Civile.

Si raccomanda inoltre a tutti gli Organi Comunali competenti in materia di Protezione Civile, l’acquisizione e la valutazione dei bollettini Dolomiti Meteo e Dolomiti Neve e Valanghe, il monitoraggio dell’attività valanghiva e, in caso di precipitazioni, il controllo del cumulo di neve fresca.

Si richiama la responsabilità dei gestori degli impianti di risalita all’applicazione dei vigenti P.O.C.T. (Piani Operativi di Chiusura Temporanea) e dei P.I.D.A. (Piani di Intervento di Distacco Artificiale), laddove previsti. Particolare attenzione, nello specifico, deve essere prestata nella raccolta dei dati nivometeorologici.

Particolare attenzione nell’attività di monitoraggio è richiesta nei siti valanghivi originatisi a causa degli schianti nel corso degli eventi alluvionali del 27-30 ottobre 2018. In particolare, oltre ai parametri sopra indicati, dovrà essere controllata l’altezza del manto nevoso in rapporto all’ingombro medio delle piante a terra e, qualora gli effetti di stabilizzazione siano significativamente ridotti e siano prevedibili particolari situazioni di criticità a livello locale, sarà obbligatorio valutare la necessità di riconfigurare la fase operativa di attenzione in fase operativa di preallarme o di allarme.

La Sala Operativa Regionale (S.O.R.) è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00, nei restanti orari e nei giorni festivi e prefestivi è attivo il servizio di reperibilità al Numero Verde 800 990 009 per la segnalazione di ogni eventuale situazione di emergenza.

Si assicura che la Direzione Protezione Civile Sicurezza e Polizia Locale, in stretto raccordo con il Centro Funzionale Decentrato, seguirà l’evoluzione dell’evento e comunicherà tempestivamente ogni eventuale sviluppo negativo.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.