Esce a caccia col nonno e scivola lungo un pendio

SANTO STEFANO DI CADORE – Nella serata di mercoledì, attorno alle ore 19.40, il Soccorso alpino della Val Comelico è stato attivato dalla Centrale del 118, per un diciassette che si era fatto male a una gamba, dopo essere scivolato mentre con il nonno cacciatore scendeva un pendio erboso.

Una squadra ha raggiunto Malga Chivion, dove era arrivata l’ambulanza, e ha caricato a bordo l’infermiera, per poi portarsi a Malga Antola, lasciare la jeep e proseguire a piedo. Sul posto è arrivato anche il numeroso supporto delle unità cinofile della Guardia di Fiananza e della Polizia che si stavano addestrato nelle vicinanze. Guidati da altri cacciatori, i soccorritori sono scesi dal giovane di San Pietro di Cadore (BL), che aveva riportato un sospetto trauma al ginocchio. Stabilizzato e imbarellato, il ragazzo è stato sollevato per contrappeso per circa 200 metri e poi trasportato lungo il sentiero ai mezzi e da lì all’ambulanza, partita in direzione dell’ospedale di Pieve di Cadore.

L’intervento si è concluso verso le 23.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.