“Il Vajont di tutti” mercoledì al Teatro Comunale

Il teatro comunale in piazza Martiri a Belluno

BELLUNO – In occasione del 60° anniversario della catastrofe del Vajont, il Circolo Cultura e Stampa Bellunese assieme a Scoppio Spettacoli ha organizzato l’evento “Il Vajont di tutti, riflessi di speranza” con il patrocinio del Comune di Belluno.

Lo spettacolo, scritto e diretto da Andrea Ortis, denuncia i temi della contemporaneità quali il dissesto idrogeologico, la domanda di energia e gli abusi edilizi, intrecciati ad un passato dalle cui dinamiche, che continuano a scuoterci riproponendosi nel presente, non possiamo distogliere lo sguardo. Ognuno ha il “suo” dolore, ecco perché la storia del Vajont è la storia di tutti: un monito attualissimo che parla alle nostre coscienze, richiamandoci al ruolo di ospiti in questo pianeta, non di padroni.

Il racconto narrativo si snoda su un doppio binario: lo studio dell’ingegner Carlo Semenza, responsabile del dipartimento di idraulica della S.A.D.E. e progettista della diga, e la casa di Tina Merlin, la giornalista bellunese che ha difeso la gente di montagna contro negligenze, ingordigie e soprusi.

Info e biglietti presso Scoppio Spettacoli al numero di telefono 0437 948874.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.