Doppio intervento in montagna

BELLUNO – Attorno alle ore 14.20 la Centrale del 118 è stata attivata per due interventi sulle montagne bellunesi. Sul Tomba, in comune di Alano di Piave, un parapendio era precipitato tra la vegetazione e il pilota si era fatto male a una gamba. Mentre una squadra del Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa si metteva a disposizione alle pendici del monte per eventuale supporto, durante il sorvolo l’equipaggio dell’elicottero del Suem di Pieve di Cadore, individuata la vela, sbarcava in hovering un po’ più in alto il tecnico di elisoccorso e l’equipe medica. Dopo essere scesi dal 43enne di Latronico (PZ), i soccorritori gli hanno quindi prestato le prime cure e lo hanno imbarellato, per poi provvedere anche al recupero della vela rimasta incastrata tra i rami. Imbarcato con il verricello, l’infortunato è stato trasportato all’ospedale di Belluno. 

In discesa dal Bivacco Valdo verso Gena Alta, nel comune di Sospirolo, una escursionista di Ponte nelle Alpi (BL) era invece arrivata all’altezza di un torrente in secca e non riusciva a trovare il punto in cui proseguisse il sentiero. Essendoci poca copertura telefonica non è stato possibile geolocalizzare la 64enne, che è stata poi messa in contatto con il Soccorso alpino di Belluno. Alla donna sono state date le indicazioni su come ritrovare il percorso e una squadra le è andata incontro. I soccorritori hanno quindi incrociato l’escursionista – che era riuscita a tornare sul sentiero – e con lei sono scesi a piedi a Gena Alta, per riaccompagnarla da lì in fuoristrada a Gena Bassa, dove aveva la macchina parcheggiata. 

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.