Cantieri Pnrr, Confartigianato chiede di rivedere prezzi

BELLUNO – «Sono anni che viene chiesta una revisione dei prezzi. Se le gare del Pnrr andranno deserte, forse è l’occasione buona per definire una volta per tutte un prezziario in linea con i costi reali dei cantieri». Lo dice Fabio Zatta, presidente degli edili di Confartigianato Belluno, intervenendo sulla questione della gara per i lavori di adeguamento del liceo Tiziano, andata deserta.

«Non mi stupisco» afferma Zatta. «In questo momento le nostre imprese devono fare i conti con aumenti spropositati dei costi e non possono permettersi di lavorare in perdita. Non possono fare da banca, dato che i pagamenti avvengono successivamente. Se verranno perse le occasioni del Pnrr, non sarà certo colpa delle aziende edili, che anzi sono pronte a lavorare, ma non tutte a condizioni di riserve e revisioni in corso d’opera. Senza contare i tempi stretti per certi interventi».

La richiesta degli edili di Confartigianato è di una revisione complessiva dei prezziari. «Che sia in linea con la situazione attuale del mercato dei materiali, con i costi energetici e con tutto quello che ne consegue» conclude Zatta. «Chiediamo alla politica di essere consapevole di questo e di prendere le dovute misure per risolvere il problema, e di prevedere forme di incentivazione alla rete d’impresa».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.