Al via i lavori per il calendario condiviso degli eventi 2023

BELLUNO – Sono iniziati i lavori per il calendario condiviso degli eventi 2023. Nei giorni scorsi l’amministrazione ha inviato alle associazioni del territorio la lettera di invito a presentare, entro il 19 dicembre, le proprie proposte. Il Comune le raccoglierà e poi chiamerà tutti ad un primo incontro, da fissare all’inizio del prossimo anno. Seguirà un’altra call, e questa è la novità: a ridosso della stagione estiva una seconda call solleciterà nuovamente gli enti del terzo settore a presentare le loro proposte per arricchire e aggiornare ulteriormente il calendario. «L’invito è rivolto a tutti i gruppi che intendono organizzare una manifestazione nel 2023 – spiega l’assessore al turismo e agli eventi, Paolo Luciani -. Se a qualcuno non è arrivata la lettera del Comune può ugualmente presentare la propria iniziativa, naturalmente; poi sarà nostra cura aggiornare l’indirizzario. Le call quest’anno saranno due, così da avere un calendario sempre aggiornato e così da coinvolgere anche chi non avrà modo di rispondere entro il 19 dicembre».

Nella comunicazione dovranno essere indicati gli elementi principali di ciascuna proposta, ovvero il nome dell’associazione o del soggetto proponente, i dati del presidente o di un referente, un recapito telefonico e di posta elettronica per future comunicazioni. Dell’evento proposto dovranno essere specificati la data, il titolo, il luogo di svolgimento e una descrizione generale. E’ possibile fare richiesta anche per il riconoscimento e la certificazione “Green Events Belluno” attenendosi alle Green Events Belluno – Linee Guida che spiegano nel dettaglio le misure da adottare per un evento a basso impatto ambientale.

In questa prima fase, come per gli scorsi anni, verrà privilegiata la finalità di comporre un calendario di massima, accogliendo le proposte che arriveranno e cercando di dare priorità alle iniziative del Comune o ad iniziative ormai storiche, pur restando la disponibilità ad accogliere tutte le proposte che verranno inoltrate. Seguirà una seconda fase, nella quale i gruppi saranno invitati ad un incontro utile a condividere la pianificazione generale e risolvere eventuali criticità, come la sovrapposizione di date.

In ogni caso, la comunicazione dell’evento non costituirà un titolo autorizzatorio. Successivamente le associazioni dovranno, infatti, inoltrare le tradizionali comunicazioni all’amministrazione comunale, utilizzando il modulo unico e integrando tutte le eventuali necessarie richieste di autorizzazioni o di supporto da parte dell’amministrazione stessa. Le indicazioni si trovano nella scheda informativa dedicata, nel sito istituzionale.

Quest’anno, inoltre, si aprirà una seconda finestra al fine di integrare ed accogliere ulteriori proposte rivolte, in particolare, alla stagione estiva. La comunicazione dovrà dunque essere inviata, entro il 19 dicembre a manifestazioni@comune.belluno.it.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.