De Vettor: «Impariamo a convivere con il lupo, aiutiamo i nostri allevatori»

PONTE NELLE ALPI – «Salviamo i nostri pascoli, diamo una mano ai piccoli allevatori», a dirlo è il consigliere della Lega in consiglio comunale a Ponte nelle Alpi, Paolo De Vettor. L’esponente del partito ha oggi depositato una mozione sottoscritta, anche, dagli altri colleghi consiglieri di opposizione, da Sindy Bindella e Angelo Levis della Lega e dal capogruppo Enrico Collarin della civica XPonte nelle Alpi.

L’obiettivo è lanciare un segnale di vicinanza a chi alleva animali per hobby, per lavoro o semplicemente per tenere puliti i prati prevedendo un contributo in grado di ristorare i danni causati dal lupo e favorire l’acquisto di strumenti di prevenzione. Il rischio, infatti, è quello di un progressivo e inesorabile abbandono di questa antica pratica che favorisce la cura del territorio e ferma l’avanzare del bosco. 

«Vogliamo richiamare l’attenzione del sindaco di Ponte Paolo Vendramini e di tutta la giunta comunale – spiega De Vettor –, perché si pensi al più presto ad un contributo dedicato ai piccoli allevatori, un fondo da distribuire sulla base del numero di animali allevati. Anche nel nostro comune, infatti, sono tante le persone ancora dedite a questa pratica, più per passione che per interesse finanziario, ed è giusto tutelarle perché svolgono un servizio importante per tutta la comunità. Un territorio curato è un territorio sano, dove il bosco non avanza, dove la fauna e la flora sono contenute. Cosa ne sarebbe dei nostri prati e delle aree al limitare del bosco se gli allevatori abbandonassero il campo? Pensiamoci».

Il fondo dovrebbe aiutare chi ha animali ad acquistare gli strumenti di protezione come recinzioni elettrificate, fari e altro e sarebbe un modo per gratificare queste persone del prezioso lavoro svolto. «Oggi proteggere asini, pecore e capre dal lupo è un problema – prosegue il consigliere – perché l’insieme di azioni da mettere in atto impone una mole di lavoro in più a questi hobbisti che, spesso, allevano gli animali nel dopo lavoro. Creare le condizioni per una buona e sana convivenza con il lupo è indispensabile, non tanto per l’utilità del grande predatore nel contenimento degli animali selvatici come gli ungulati quanto per abituarci ad una gestione responsabile del nostro patrimonio ambientale».

1 Trackback / Pingback

  1. Ultim’ora De Vettor: «Impariamo a convivere con il lupo, aiutiamo i nostri allevatori» – Ultim’ora

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.