Nevegal, Sovilla: «Una passerella a fine mandato non può valere anni di scarsa attenzione»

BELLUNO – «Politici sportivi? Io credo che lo sport lo si guardi in tv, ma che in Nevegal lo si pratichi poco, quelle dei giorni scorsi mi sono tanto sembrate passerelle pre elezioni». Così il consigliere comunale della Lega Marzio Sovilla commenta la gita sul Colle della scorsa settimana degli assessori della giunta Massaro Yuki d’Emilia, Biagio Giannone e Marco Bogo, immortalata e condivisa nei social.

Una mossa in vista delle elezioni, secondo Sovilla, più che un vero interesse verso la località e i suoi operatori. «Io frequento il Nevegal tutte le settimane, anche più volte, e non ho mai visto i nostri assessori lassù – dichiara –. Certo non è obbligatorio, ma sarebbe stato auspicabile vedere più spesso la giunta nei locali e con gli operatori, sentirla più partecipe delle attività del Colle»

E poi un appunto sul laghetto artificiale, il cui costo dovrebbe essere coperto dai fondi del Bando di rigenerazione 2 ma il cui iter sembra ancora in alto mare. «Il finanziamento c’è ma ancora non si sa nulla sul progetto vero e proprio – spiega – e sul fronte degli impianti, quando ho posto delle domande a riguardo l’assessore preposto è stato più bravo di Malinovskyi nel dribblare le risposte. Quello che voglio dire è che è mancata la presenza della giunta in questi anni sul Colle, le risposte sono arrivate sempre tardi e così le iniziative. Una passerella a fine mandato non può valere anni di ritardi e di scarsa attenzione».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.