Da Rold Logistics: è amara la trasferta piemontese 

BELLUNO – Si spezza a Torino la striscia positiva della Da Rold Logistics Belluno: una striscia che durava da quattro partite. I rinoceronti, infatti, incappano nella classica serata no e sono costretti ad arrendersi a una ViViBanca superiore un po’ in tutti i fondamentali. A cominciare dal muro: emblematico, in tal senso, il dato di 13-2 a favore dei padroni di casa. Nessun dramma, comunque. Perché è vero che la prova non è stata delle migliori, ma è altrettanto vero che la classifica non cambia: i ragazzi di Diego Poletto rimangono all’ottavo posto, a distanza di sicurezza dalla “zona rossa”. E sono pronti a voltare pagina: già a partire da mercoledì, quando torneranno in campo per il recupero della seconda giornata di ritorno contro Macerata (ore 19.30, alla Spes Arena).

Passando alla cronaca, in avvio balbetta la ricezione bellunese. E Torino ne approfitta, facendo leva su un servizio insidioso: la DRL è doppiata (10-5) e finisce anche a -6 (15-9), quando parte una rimonta che si concretizza con la parità a quota 20, sancita dall’ace di Graziani. Ma è un altro errore in ricezione a dare un break di vantaggio ai piemontesi (punisce Gonzi): break che risulterà decisivo.

Il sestetto dolomitico accusa il colpo e, nel parziale successivo, si ritrova subito sotto in maniera pesante: 8-2 e 11-4. Ostuzzi, con due servizi vincenti, prova a riportare a galla i suoi (17-13), ma è tutto inutile. Anche perché le percentuali d’attacco rimangono al di sotto delle aspettative. E la ViViBanca non molla il comando delle operazioni: 25-19. No, non è serata da “remuntada”, nonostante il momentaneo vantaggio nel terzo atto (12-9 grazie al contrattacco di De Santis): il muro piemontese mette ancora in ombra i biancoblù. E Torino galoppa verso un meritato successo.

«Per vincere qui ci voleva una prova di spessore – argomenta coach Diego Poletto – ma non l’abbiamo fatta. Forse il terzo set è stato il più combattuto. Tuttavia, anche quando avevamo la possibilità di capitalizzare una situazione favorevole, siamo andati in difficoltà. La ViViBanca ha messo in mostra una buona pallavolo, molto regolare, mentre noi dovevamo fare di più. Sarà spunto di riflessione: questa è una delle partite in cui siamo riusciti a esprimere meno il nostro gioco: lo testimoniano i 13 muri a 2 e, inoltre, abbiamo sofferto parecchio in ricezione. Lavoreremo fin da martedì per tornare a essere la squadra vista finora».

VIVIBANCA TORINO 3 – DA ROLD LOGISTICS BELLUNO 0

PARZIALI: 25-22, 25-19, 25-21.

VIVIBANCA TORINO: Gonzi 4, Genovesio 7, Richeri 7, Orlando Boscardini 5, Umek 16, Maletto 12; Valente (L), Carlevaris, Corazza, Brugiafreddo. N.e. Fabbri (L), Durante, Cian Allenatore: L. Simeon.

DA ROLD LOGISTICS BELLUNO: Maccabruni 4, De Santis 3, Graziani 13, Ostuzzi 9, Piazzetta 6, Mozzato 6; Martinez (L), Milani 1, Paganin, Gionchetti, Pierobon (L). N.e. Candeago, Della Vecchia. Allenatore: D. Poletto.

ARBITRI: Roberto Russo e Simone Cavicchi.

NOTE. Durata set 31’, 28’, 26’; totale 1h25’. Torino: battute sbagliate 12, vincenti 3, muri 13. Belluno: b.s. 14, v. 5, m. 2.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.