Karpos veste gli atleti della sanità

BELLUNO – MVC Group ha donato pantaloni Karpos al team tamponi del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss Dolomiti. Dopo le giacche, donate a dicembre 2020, la famiglia Cremonese, dimostrando ancora una volta grande generosità, ha omaggiato gli operatori dei drive-in tamponi dell’ulss Dolomiti anche di pantaloni tecnici del valore complessivo di circa 5 mila euro.

I team tamponi dell’Ulss Dolomiti è costituito da circa 40 operatori sanitari che operano nei Covid Point di Paludi, Belluno San Gervasio, Feltre, Tai di Cadore e Agordo oltre alle squadre create ad hoc per campagne di tamponi straordinarie nelle scuole. Nei momenti di maggiore carico lavorativo, come in questa impegnativa quarta ondata, il team è integrato da altro personale sanitario afferenti agli ospedali o ai servizi distrettuali.

L’esecuzione dei tamponi in drive-in è riconosciuta come la metodologia più rapida (un tampone ogni 3 minuti circa) e sicura sia per i cittadini che per gli operatori perché l’essere all’esterno riduce il rischio di aerosol e l’auto consente di gestire l’attesa al caldo e in isolamento. Tuttavia, le rigide temperature che caratterizzano il nostro territorio, in particolare alla mattina e nelle ore serali, impongono uno sforzo aggiuntivo per gli operatori che devono indossare idonei indumenti per proteggersi dal freddo sotto alle tute di protezione individuale contro il rischio biologico, con la necessità di poter essere liberi di effettuare movimenti precisi.

Le giacche Karpos usate, per tutto il 2021, si sono dimostrate veramente utili ed efficaci nel consentire di lavorare in modo confortevole seppur all’aperto. Completano la “divisa” di quelli che Alessio Cremonese ha definito “atleti della sanità”, i pantaloni Karpos.

«I drive-in hanno consentito una risposta rapida e sicura, anche nei momenti più difficili per la gran mole di tamponi richiesti», spiega il Direttore del Dipartimento di Prevenzione Sandro Cinquetti, «avere indumenti confortevoli e funzionali è stato un salto di qualità importante per i nostri operatori, costantemente sotto pressione da inizio pandemia».

«Ringrazio Karpos e la famiglia Cremonese per la generosità nel sostenere i nostri operatori: in questa pandemia abbiamo imparato a fare squadra. Sono nate diverse sinergie anche con il tessuto produttivo che coltiveremo per dare nuovo slancio a diverse iniziative, nel comune interesse di promuovere la salute e il benessere di questo territorio», conclude il Direttore Generale Maria Grazia Carraro.

«Un piccolo gesto per supportare e ringraziare a nostro modo chi, da due anni, è in prima linea in questa battaglia», commenta Alessio Cremonese. «Da Feltrino e Amministratore Delegato di un gruppo internazionale nato e cresciuto tra le Dolomiti, non posso che accogliere con entusiasmo le iniziative che hanno al centro le persone e il nostro territorio».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.