Proseguono le ricerche di Federico Lugato

VAL DI ZOLDO – Le squadre in perlustrazione sono rientrate ieri sera senza purtroppo poter far luce sulla scomparsa di Federico Lugato, l’escursionista milanese di 39 anni non rientrato da una camminata nel Gruppo del Tamer-San Sebastiano.

Nella giornata di venerdi una quarantina di soccorritori, tra Soccorso alpino e Guardia di finanza, più i Vigili del fuoco, con droni e unità cinofile hanno percorso il giro ad anello, che l’uomo aveva detto alla moglie era intenzionato a seguire.

Nel pomeriggio hanno a lungo sorvolato la zona l’elicottero dei Vigili del fuoco e quello della Guardia di finanza, proveniente da Venegono e dotato di Imsi Catcher, in grado di captare un cellulare se acceso.

Nel tardo pomeriggio l’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites di Bolzano ha effettuato una ricognizione utilizzando il Recco, dispositivo che può segnalare la presenza di apparecchiature come i cellulari o le chiavi delle macchine, e ha trasportato in quota una squadra per verificare un segnale all’altezza del Col del Michiel.

Presenti il Soccorso alpino di Val di Zoldo, Longarone, Belluno, Alpago, Cortina, Padova, Prealpi Trevigiane, Auronzo e Centro Cadore, il Soccorso alpino della Guardia di finanza di Auronzo e Cortina, i Vigili del fuoco.

La ricerca è ripresa questa mattina alle 7.30 dal punto segnalato con il Recco.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.