Nuovo protocollo scuola: il team Ulss incontra i dirigenti scolastici

Immagine archivio

BELLUNO – Nel pomeriggio del 5 gennaio il team scuola del Dipartimento di Prevenzione ha incontrato i dirigenti scolatici, i referenti covid scuola e l’Ufficio Scolastico territoriale, per illustrare le nuove modalità di presa in carico delle classi in caso di alunni o insegnanti positivi al Covid.

In base al nuovo protocollo per la gestione dei casi covid all’interno delle scuole, approvato in settimana dalla Regione Veneto, in caso di positività al Covid di un alunno o insegnate il “Referente COVID-19 della Scuola”:

  • Individua i “contatti scolastici” del caso positivo secondo le linee guida;
  • Comunica tempestivamente i “contatti scolastici” al “Referente COVID-19 per la Scuola del SISP”;
  • Se la situazione risulta univocamente identificabile, in collaborazione con il Dirigente scolastico, mette in atto le seguenti misure: Per la classe sospensione della frequenza scolastica in presenza e conseguente eventuale  attivazione della didattica a distanza; per gli insegnanti e operatori individuati come “contatti scolastici” secondo le definizioni: sospensione della frequenza scolastica in presenza, eventuale attivazione della modalità di didattica non in presenza (DAD).

I contatti scolastici di un alunno positivo sono:

Tutti gli alunni che hanno frequentato la stessa classe del caso positivo a partire dalle 48 ore precedenti l’inizio dei sintomi nel caso (se sintomatico) o a partire dalle 48 ore antecedenti la data dell’esecuzione del test risultato positivo (se asintomatico).

Tutti gli alunni che hanno svolto attività di intersezione con la classe interessata dal caso positivo, a partire dalle 48 ore precedenti l’inizio dei sintomi nel caso (se sintomatico) o a partire dalle 48 ore antecedenti la data dell’esecuzione del test risultato positivo (se asintomatico). 

Tutti gli insegnanti o altri operatori scolastici che hanno svolto attività in presenza nella classe del caso positivo:

  • Asili e scuole dell’infanzia: a partire dalle 48 ore precedenti l’inizio dei sintomi nel caso (se sintomatico) o a partire dalle 48 ore antecedenti la data dell’esecuzione del test risultato positivo (se asintomatico);
  • Scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado: per un tempo ≥ 4 ore, anche in giornate diverse, a partire dalle 48 ore precedenti l’inizio dei sintomi nel caso (se sintomatico) o a partire dalle 48 ore antecedenti la data dell’esecuzione del test risultato positivo (se asintomatico).

In presenza di un caso positivo in una classe, i contatti identificati nella classe secondo linee guida, saranno posti in quarantena ed eseguiranno un test di controllo al termine della stessa (indicativamente al 10° giorno). In caso di comparsa di sintomatologia durante la quarantena dovranno contattare il proprio Medico Curante.

I genitori che non intendono sottoporre a tampone il proprio figlio potranno compilare un modulo in cui dichiarano le intenzioni e accettano una quarantena di 14 giorni.

L’incontro tra Ulss e scuola  conferma la piena e armoniosa collaborazione costruita in questi mesi di comune attività con reciproco apprezzamento.

Informazioni su Redazione 11091 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.