Amonn diventa “Ethic green”

PONTE NELLE ALPI – Tra le dolomiti Unesco la rivoluzione verde diventa anche etica con l’azienda Amonn, leader mondiale  nelle vernici per la protezione passiva  dal fuoco, che compie un ulteriore passo in avanti sul tema della sostenibilità ambientale, dotando i propri prodotti di un apposito bollino.

“Ethic green” è il progetto che d’ora in poi caratterizzerà la mission del gruppo Amonn.

«Ridurre gli sprechi e l’inquinamento è un imperativo categorico per un comparto, quello delle vernici e delle pitture, strettamente connesso al settore strategico dell’edilizia», afferma Alessandro Losso, manager di Amonn e impegnato in Confindustria Belluno Dolomiti come presidente della sezione dei chimici.

«Per Amonn si tratta di un percorso iniziato molto tempo fa con le prime certificazioni ISO e con l’applicazione della normazione tecnica e dei disciplinari maggiormente all’avanguardia», spiega Losso. «In questo senso “Ethic green” è un passaggio ulteriore dove noi stessi stabiliamo regole e comportamenti migliorativi rispetto a quanto già stabilito a livello normativo e tecnico».

Le regole sono chiare e precise, come l’esclusione dall’intera gamma di prodotti di sostanze pericolose (formaldeide, piombo, toluene e altre ancora) e la fabbricazione di prodotti con livelli di VOC (composti organici volatili) di molto inferiori ai limiti fissati dalle direttive europee e, in alcuni casi, pari a zero.

Le buone pratiche non riguardano solo la produzione, ma anche il rapporto con i fornitori. «Stiamo attenti a reperire materie prime e servizi alla minima distanza possibile, con conseguente abbassamento dell’inquinamento dovuto al trasporto delle merci», spiegano da Amonn.

Massima attenzione viene prestata poi al monitoraggio dell’intero ciclo di vita dei prodotti, alla loro qualità ed efficacia, all’utilizzo di energia derivante da fonti rinnovabili. Si prevede poi l’implementazione di impianti tecnologicamente avanzati e di sistemi di controllo continuo in tutte le fasi di produzione che garantiscano la minimizzazione degli sprechi.

Tutti questi prodotti, prima di essere immessi nel mercato, saranno contrassegnati dal bollino Ethic Green.

Non solo. Parte del fatturato conseguito con i prodotti che rientrano nella linea Ethic Green sarà devoluta a enti, associazioni e attività particolarmente dedite alla tutela dell’ambiente.

«Ethic green è un impegno che ci vogliamo assumere per le prossime generazioni e che va oltre l’aspetto puramente produttivo-commerciale», conclude Losso. «Si tratta di un messaggio chiaro e preciso in un momento in cui il nostro territorio dolomitico si sta interrogando sui temi dell’ambiente e della sostenibilità guardando ai grandi eventi come Mondiali 2021 e Olimpiadi 2026, dove tutti i settori – non solo il turismo e i servizi annessi – saranno coinvolti e dovranno fare la loro parte».

Informazioni su Redazione 10841 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.