Bollette del gas in aumento: 4 consigli per risparmiare

Le ultime comunicazioni dell’ARERA, relative al primo trimestre di quest’anno, non hanno di certo avuto un effetto rassicurante sui cittadini italiani: in questi primi mesi del 2020, infatti, molte bollette registreranno degli aumenti e sarà sempre più importante fare attenzione agli sprechi per non andare a sforare il budget familiare. Tra queste troviamo quella del gas, che aumenterà nello specifico dello 0,8%; per quanto possa sembrare lieve, una variazione anche minima può avere un peso non indifferente per le famiglie, se sommata al resto degli aumenti previsti per questo periodo dell’anno (pari a 630 euro, secondo Federconsumatori). Vediamo quindi in che modo è possibile limitare i costi in bolletta e come agire in vista del passaggio al mercato libero, previsto per il 2022.

Come consumare meno gas in casa?

Per abbattere i consumi di gas in casa, e tagliare dunque i relativi costi in bolletta, è necessario farne un uso oculato e correggere tutte quelle cattive abitudini quotidiane che, per quanto possano apparire irrilevanti, vanno a incidere notevolmente sul bilancio familiare annuo. Ciò vale soprattutto per i mesi invernali, per via dell’uso massiccio del riscaldamento in casa. A proposito di riscaldamento, dunque, è doveroso fare attenzione alle modalità di utilizzo dei termosifoni: il consiglio in questo caso è di impostare una temperatura costante di circa 20 gradi, evitando gli sbalzi che, oltre che danneggiare la nostra salute, fanno anche lievitare le spese. Un altro punto “debole” in questo senso è la caldaia: più questa è datata, più farà aumentare i consumi, quindi è consigliabile sostituirla e provvedere regolarmente alla sua manutenzione. Attenzione anche agli spifferi e in generale alle dispersioni di calore: una soluzione può essere sostituire i vetri con quelli a doppia parete, ma è da prendere in seria considerazione anche la possibilità di effettuare degli interventi di isolamento dell’abitazione, per abbattere i consumi fino al -20%. 

Mercato libero: dal 2022 addio al regime tutelato.

Secondo quanto stabilito dal decreto Milleproroghe, da gennaio 2022 potremo dire definitivamente addio al regime tutelato di energia elettrica e gas. Se per la luce si arriverà a un risparmio del 23% circa grazie al mercato libero, per il gas la tendenza sarà opposta: secondo le previsioni di settore, infatti, nei prossimi anni andremo a spendere ancora di più. Per questo motivo diventa fondamentale scegliere un operatore che sia effettivamente conveniente, tenendo in considerazione le proprie abitudini di consumo. Il web come sempre si dimostra uno strumento molto utile: basta una semplice connessione per trovare su Facile.it le migliori offerte gas e confrontare le varie proposte presenti attualmente sul mercato, selezionandole in base alle proprie necessità e tenendo conto soprattutto degli orari nei quali si è soliti consumare più energia. Una soluzione particolarmente utile in ottica di risparmio può essere quella di ricorrere a un fornitore che proponga un piano che includa sia la luce che il gas, in quanto spesso delle tariffe così composte presentano dei prezzi ribassati rispetto a quelle singole.

Informazioni su Redazione 10622 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.