Ecosistema urbano 2019: Belluno ancora nella top ten

BELLUNO – Si è tenuta questa mattina a Mantova la presentazione del rapporto Ecosistema Urbano 2019 di Legambiente, con la premiazione delle città presenti in classifica. All’evento era presente anche Jacopo Massaro, Sindaco di Belluno, città che si è posizionata all’ottavo posto nella graduatoria assoluta.

Ecosistema Urbano 2019

Belluno all’ottavo posto (7° nel 2018) si conferma anche quest’anno nella “top ten” dei capoluoghi più verdi d’Italia, seconda città del Veneto appena alle spalle di Treviso.

Tra i punti di forza, le concentrazioni di No2 e Pm10, stabili e sotto i limiti, mentre migliora di molto il numero di giorni di superamento dei limiti per l’ozono (7 nel 2018 contro i 48 del 2017).

In crescita anche la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti (dal 78,2% all’attuale 78,7%); in leggera crescita l’utilizzo da parte dei bellunesi del trasporto pubblico, stabili i dati su isole pedonali, infrastrutture per la ciclabilità e energie rinnovabili.

«Siamo l’unica realtà presente nelle varie classifiche tra le prime dieci sia per raccolta differenziata che per minor produzione di rifiuti prodotti pro capite. – evidenzia Massaro – L’incremento dai 397 kg/abitante del 2017 ai 421 del 2018 è giustificabile in parte con l’aumento delle presenze e arrivi turistici, ma soprattutto con il passaggio della tempesta Vaia, che ci ha costretti ad affrontare la raccolta e smaltimento di centinaia di quintali di materiale».

Tavola rotonda “L’agenda urbana per le città”

Al termine della presentazione, si è svolta la tavola rotonda “L’agenda urbana per le città”, che ha visto partecipare, oltre a Massaro anche Mattia Palazzi, Sindaco di Mantova; Emilio Del Bono, Sindaco di Brescia; Gianni Bottalico, Responsabile Relazioni con Regioni e Enti Locali Asvis – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile; Gianfranco Conti, Fondazione Serono; Stefano Ciafani, Presidente Nazionale Legambiente.

Protagonista dell’intervento del primo cittadino bellunese, proprio nei giorni del primo anniversario, è stata la tempesta Vaia: «Bisogna che il tema ambientale diventi parte della cultura dei cittadini e della politica: – ha spiegato Massaro – il disastro dello scorso anno ci ha costretti a rivedere le priorità, di amministratori e di cittadini. Anche la politica deve rivedere la sua posizione, coerente con le necessità e le particolarità dei territori: come amministrazione, ci stiamo impegnando contro il consumo del suolo, puntando su rigenerazione e recupero dell’abbandonato, mentre al contrario a livello regionale talora si dà spazio a “piani casa” e quindi a  nuove cementificazioni. Sono le città i punti più vicini alla gestione del territorio: a loro vanno dati poteri e competenze per rispondere alle esigenze dei cittadini. Serve una risposta di sistema».

Informazioni su Redazione 10519 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.