Arredamont, un ottimo inizio

LONGARONE – Grande la soddisfazione del presidente di Longarone Fiere, Gian Angelo Bellati per l’avvio della quarantaduesima edizione di Arredamont, la Mostra dell’arredare in montagna, aperta fino a domenica 3 novembre, con 180 espositori per oltre 200 marchi, provenienti da 11 regioni e 4 Paesi esteri, distribuiti su una superficie di 17mila metri quadrati. L’inizio è andato oltre ogni più felice aspettativa con addirittura code all’entrata per entrare in fiera.

Se da un lato Arredamont è unica nel panorama nazionale, con una storia lunghissima e un riscontro di visitatori sempre molto significativo, dall’altro quest’anno ha un sapore particolare perché si tiene a un anno dal disastro di Vaia e a 56 anni dalla tragedia del Vajont.

Anche C.I.T.A., la Consociazione Italiana dei Tappezzieri e Arredatori, che gestisce in fiera uno stand alquanto significativo sta facendo la sua parte. Infatti, quest’anno, ancor più che nelle edizioni precedenti, non mancano gli appuntamenti e gli incontri. Dai mascherai alpini con la realizzazione di due panche rustiche utilizzando come materiale il legno “schiantato” dalla Tempesta Vaia e dove lo schienale verrà intagliato in bassorilievo con scene carnevalesche alpine così ogni maschera carnevalesca sarà tipica della zona di provenienza dell’artista. Ci saranno incontri sull’insegnamento dell’arte e del mestiere che è il futuro di questa esposizione. Quindi spazio anche ai piccoli artigiani di complementi d’arredo e realizzazioni artistiche, il progetto “L’Artigiano sotto l’Albero” e spazio anche ai futuri falegnami con l’Istituto di Istruzione Superiore Statale Enrico Fermi e la loro esposizione dedicata alle “regole e buone pratiche in falegnameria” con le dimostrazioni di lavorazioni al banco. E per continuare nel segno della formazione, fondamentale investimento per il futuro, è garantita la partecipazione anche del C.F.S., Centro per la Formazione e la Sicurezza di Belluno, e del Centro Consorzi.

Ma la vera novità sarà la presentazione in anteprima del volume “Vajont – Una storia da raccontare” presso Arredamont Arena, mercoledì 30 ottobre alle 17.30, a cura della “Fondazione Vajont 9 Ottobre 1963 Onlus”. Il tutto si terrà alla presenza del Presidente della Provincia Roberto Padrin con a moderare e dibattere su quanto avvenuto 56 anni fa con gli autori del libro, una figura storica del giornalismo italiano: Edoardo Pittalis, editorialista de “Il Gazzettino” e autore di diverse pubblicazioni e spettacoli teatrali.

Arredamont è aperta fino a giovedì dalle 14 alle 19 e da venerdì a domenica dalle 10 alle 19.

Informazioni su Redazione 10519 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.