Chiusura del Ponte di Santa Caterina: “punti neri” e percorsi alternativi

Fonte Google Maps

BELLUNO – Prenderanno il via lunedì 26 agosto i lavori di sistemazione del Ponte di Santa Caterina, nel comune di Ponte nelle Alpi; un intervento che avrà pesanti ripercussioni su tutto il traffico della Valbelluna, in particolare nell’attraversamento del capoluogo.

I punti neri nel capoluogo. Per il momento, non sono previste variazioni alla viabilità cittadina: dopo i primi giorni, verranno valutati eventuali interventi o modifiche nella mobilità del capoluogo. «Si verificheranno situazioni complesse e code nella zona di San Gervasio, soprattutto a causa del passaggio a livello, – anticipa Massaro – in Via Lungardo, in Via San Biagio, a Baldenich, in Via Vittorio Veneto, alla rotatoria della Cerva. In Via Col di Lana e sul Ponte degli Alpini. Rafforzeremo i controlli tramite i servizi della Polizia Locale, che sarà operativa soprattutto negli incroci più complicati, e ci sarà un grande sforzo anche da parte di tutte le altre forze dell’ordine».

I consigli. I disagi si preannunciano inevitabili, quindi ecco alcuni consigli: «Dobbiamo impegnarci tutti per cercare di limitare i problemi. – spiega Massaro – Una soluzione può essere quella della riduzione dei veicoli in strada, sia condividendo tra amici o colleghi l’auto sia utilizzando quando possibile i mezzi pubblici come autobus e corriere; inoltre, sono stati studiati tre principali percorsi alternativi per chi deve raggiungere Longarone o l’autostrada attraversando Belluno»

I percorsi alternativi. Per chi viaggia da Santa Giustina o Agordo, per raggiungere Ponte nelle Alpi e Longarone, è consigliabile transitare per la rotatoria della Cerva poi, superato il Ponte degli Alpini, proseguire per Via Vittorio Veneto. Per chi scende dall’Agordino e deve raggiungere l’Alpago o l’autostrada, una volta giunti alla rotatoria della Cerva, è consigliabile dirigersi verso Marisiga, scendere verso Lambioi e, da lì attraverso la Galleria Belluno e i ponti Dolomiti e Sarajevo, raggiungere Cadola per Levego e Sagrogna. Infine, per chi deve sempre raggiungere l’Alpago o l’autostrada, ma partendo da Santa Giustina o Limana, il suggerimento è transitare per il traforo di Col Cavalier (per chi arriva dalla Destra Piave è consigliabile spostarsi in Sinistra Piave al Ponte di San Felice), e da lì dirigersi verso Cadola sempre attraverso Levego e Sagrogna.

Il piano della gestione del traffico, contenente i percorsi alternativi e i punti critici, è scaricabile dall’home page del sito del Comune di Belluno. Il piano è stato condiviso dalla Prefettura di Belluno, la Provincia di Belluno, i Comuni di Belluno, Longarone e Ponte nelle Alpi, le Forze dell’Ordine, le Polizie Locali e gli enti gestori delle strade.

Informazioni su Redazione 10517 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.