Aggressione carcere Belluno, De Carlo: “Attendiamo da un anno la chiusura della sezione psichiatrica”

Luca De Carlo durante un'intervista (GOBelluno)

BELLUNO – «L’aggressione ai danni di due agenti al carcere di Baldenich da parte di un detenuto ricoverato nella sezione psichiatrica è l’ennesimo segnale che deve portare alla chiusura di quella sezione. Lo abbiamo chiesto un anno fa, non si è ancora mosso nulla, e i nostri poliziotti continuano a rischiare del loro»: l’onorevole Luca De Carlo ribadisce così la richiesta fatta ormai a giugno dello scorso anno, dopo una visita alla struttura carceraria di Belluno.

«La struttura è inadeguata, lo abbiamo già denunciato, rilevando anche nei due anni precedenti, da marzo 2016 a giugno 2018, si erano registrati 150 eventi critici: ci hanno assicurato che la sezione psichiatrica verrà chiusa e trasferita a Padova, ma intanto la sicurezza di chi ci lavora è ancora a rischio», ribadisce De Carlo. «Se a questo si aggiunge la sorveglianza dinamica, il pericolo per gli agenti di polizia penitenziaria cresce ancora.»

«Dobbiamo tutelare i carcerati, certo» conclude De Carlo «ma dobbiamo soprattutto difendere i lavoratori che, oltre al duro lavoro quotidiano, devono fronteggiare anche la scarsità di personale. Non dimentichiamo che nel carcere di Belluno si registra una carenza organica di 25 persone: questa situazione va risolta al più presto.»

Informazioni su Redazione 10477 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.