Lettera aperta “Inciviltà nel centro di Casan”

Lettera aperta di Paolo De Vettor, Capo frazione di Casan nel comune di Ponte nelle Alpi.

«Questa mattina passando per il centro di Casan m’è venuto un gran magone: con tutto quello che si sta facendo per tenere pulito ed abbellire il paese c’è ancora chi non gli usa rispetto. Accanto a un cestino per i rifiuti c’erano sacchetti a terra con immondizie sparpagliate sull’asfalto. Non ricordo di aver visto prima d’ora un’immagine simile. Credo che lo stesso risentimento misto ad offesa che ho provato io lo abbiano provato molti compaesani, vista la cura che essi hanno per il loro territorio. Sta di fatto che subito mi sono giunte segnalazioni di movimenti sospetti. Sarebbe stata notata un’auto grigio chiaro guidata da un uomo di statura piuttosto alta e di capigliatura scura. La macchina sarebbe giunta in quel punto e lì avrebbe fatto inversione di marcia. Spero che, chiunque esso sia, venga identificato e sanzionato. Dal canto mio, in qualità di capo frazione, ho subito informato la Polizia Locale e la Ponte Servizi che gestisce i rifiuti urbani. L’amarezza che ha colto i residenti di Casan in questi giorni è ancor più pungente visto che stiamo tutti lavorando per “vestire” in rosa Casan, con addobbi ed iniziative varie, in attesa della grande festa del 30 maggio quando ci sarà il passaggio attraverso il paese del Giro d’Italia. Nella speranza di veder pubblicata questa mia nota, porgo cordiali saluti e ringraziamenti.»

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.