Il Rotary Club Belluno in aiuto dell’U.O. di chirurgia dell’Ospedale San Martino

BELLUNO – Grazie alla generosità di alcuni imprenditori Bellunesi, l’Unità Operativa Complessa di Chirurgia dell’ Ospedale di Belluno si è dotata di un sofisticato strumento chirurgico indispensabile per la chirurgia del fegato. Si tratta del bisturi ad ultrasuoni di ultima generazione del valore di circa 30.000,00 euro che, sfruttando appunto vibrazioni ad altissima frequenza (parliamo di 20.000 impulsi al secondo) è in grado di “disintegrare” con grande precisione le cellule di un tessuto, quale ad esempio il fegato o il cervello, preservando intatti i vasi sanguigni, i dotti biliari o i nervi in esso contenuti.

Utilizzando questo strumento è quindi possibile eseguire delicati interventi resettivi (principalmente sul fegato, ma anche sul cervello) per tumori di questi organi, minimizzando la perdita di sangue, aumentando la precisione e la sicurezza dell’intervento. La peculiarità di questo strumento risiede inoltre nella possibilità del suo utilizzo in laparoscopia, consentendo quindi di eseguire interventi complessi con una tecnica poco invasiva, attraverso piccole incisioni, che riduce il dolore postoperatorio e la durata della convalescenza.

I medici dell’Unità Operativa di Chirurgia dell’Ospedale San Martino sono da tempo impegnati nella chirurgia laparoscopica del fegato, che viene regolarmente eseguita per il trattamento dei tumori specifici di quest’organo o per le metastasi epatiche di tumori di altre sedi (principalmente del colon e del retto).

Fino dall’inizio di questa attività la Chirurgia del San Martino è stata affiliata all’associazione IgoMILS (Italian Group Mini Invasive Liver Surgery) che comprende i più importanti centri di chirurgia epatobiliare italiani e ha contribuito con i propri casi al registro italiano dell’omonima associazione. Nel 2018 è stata il terzo centro Veneto (dopo Padova e Verona) per numero di casi aggiunti al registro nazionale. L’affiliazione IgoMILS assicura un controllo esterno ed una certificazione dell’attività svolta in conformità agli standard tecnici, scientifici ed oncologici più aggiornati. Inoltre, la frequenza in centri di riferimento IgoMILS e la partecipazione a corsi dedicati da parte dei chirurghi che si occupano di questa chirurgia, consente di mantenere costantemente elevata l’expertise necessaria all’esecuzione di questi interventi.

Il Direttore Generale ha ringraziato in Chirurgia, alla presenza del Direttore, dott. Fabio Ricagna, e del personale, il Presidente del Rotary Club di Belluno, Angelo Paganin e il tesoriere Riccardo Zaccone che si sono attivati per la raccolta e i sovventori Luigi Francavilla, Ludovico Trevisson (Meccanostampi srl) e Ernesto Riva per Unifarco spa, per la donazione della sofisticata strumentazione per la Chirurgia di Belluno.

Informazioni su Redazione 10535 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.