“Belluno, una città. Il nuovo secolo, la guerra” prorogata fino al 28 febbraio

BELLUNO – Sarà visitabile fono al prossimo 28 febbraio “Belluno, una città. Il nuovo secolo, la guerra”, la mostra documentaria multimediale allestita al secondo piano di Palazzo Crepadona, a cura dell’Archivio Storico del Comune di Belluno.

La mostra raccoglie documenti, materiali, fotografie e testimonianze della Belluno che dalla fine dell’800 ha visto la fine della belle époque, per passare alla Grande Guerra, all’occupazione austro-tedesca e alla liberazione.

Visto il gradimento dimostrato dal pubblico, la mostra che si sarebbe dovuta chiudere il 20 gennaio, resterà aperta fino alla fine del mese di febbraio.

La mostra permette di conoscere Belluno nel periodo della prima guerra mondiale raccontando non il fronte, come da tradizione, ma la vita e il cambiamento della città. Inoltre, si vede Belluno raccontata dai “civili”, dai residenti”, e dagli occupanti austriaci e tedeschi.

“Per la prima volta, – commentava l’assessore Marco Perale all’inaugurazione – in occasione della Grande Guerra, la nostra città viene immortalata dai fotografi, e questa è una testimonianza importante del significato che quel periodo storico ha avuto per Belluno, per l’Italia e per l’Europa».

La mostra è incentrata per la maggior parte su materiale custodito dall’archivio storico comunale e può contare anche su alcuni prestiti da parte di privati cittadini; inoltre, un’intera parte della mostra è dedicata alla raccolta fotografica di Pietro De Cian, recentemente acquistata dal Comune di Belluno.

La mostra conta oltre 300 documenti originali dell’epoca e presenta alcuni totem multimediali dedicati a Belluno e all’An de la fan, quello dell’occupazione tra il 1917 e il 1918.

La mostra è visitabile nei seguenti orari: martedì e giovedì dalle 15.00 alle 18.00; mercoledì, venerdì, sabato e domenica: dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00.

La cura di allestimento, grafica e multimedia è di Stefano De Vecchi; le ricerche archivistiche e i testi sono di Orietta Ceiner, Stefano De Vecchi, Monica Frapporti, Manuela Maggini, Toni Sirena; la scelta del materiale fotografico di Renzo Bogo e con il contributo multimediale di Corrado Pasquotti. Drammatizzazioni di Guido Beretta.

Informazioni su Redazione 10477 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.