Bertoldin e Comiotto: le donne del “Passatore”

Da sx Laura Bertoldin e Nadia Comiotto

BELLUNO – 100 chilometri di passione, corsi sull’asfalto dei borghi da Firenze fino a Faenza, partendo dai 65 metri di quota per raggiungere i 913 metri a Colla di Casaglia. Una corsa con il cronometro che ne scandisce i secondi, i minuti, le ore che scorrono mentre lungo il “viaggio” i bambini tendono la mano per raccogliere un cinque da chi sta correndo il “Passatore”. Un’emozione che non dimenticherà Laura Bertoldin che, per la prima volta, sabato 27 maggio ha affrontato questa splendida gara in compagnia di Nadia Comiotto, presente al via per la quarta volta.

“Una gara impegnativa anche per le salite”, commenta la Bertoldin, “in particolare la conquista del passo della Colla dove si arriva al 50esimo chilometro con uno sbalzo termico di 20 gradi. Poi la difficoltà di correre con il sole e subito dopo il freddo, poi il buio, la stanchezza che a tratti fa spazio al mal di stomaco e le gambe che in 100 chilometri attraversano crisi di tutti i tipi”.

E nonostante tutto la forza dell’allenamento passato e la tenacia mentale del saper gestire tutte le situazioni, hanno permesso a Laura Bertoldin e Nadia Comiotto di attraversare la finisher-line soddisfatte per l’impresa.

“La stanchezza si dimentica facilmente”, commenta Laura Bertoldin, “ma il cuore della gente del posto e la fantastica organizzazione non ce la dimenticheremo mai!”

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.