Due interventi in montagna

BELLUNO – Poco prima di mezzogiorno l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto lungo il percorso della Pitturine Ski Race, San Nicolò Comelico, per un atleta infortunatosi nella zona di Bivacco Piva. Lo sciatore, G.Z.G., 46 anni, di Comelico Superiore (BL), aveva sbattuto la testa cadendo. Prestategli le prime cure, l’uomo è stato recuperato con un verricello e trasportato all’ospedale di Belluno con un possibile trauma cranico. Verso le 13.30, l’eliambulanza è stata poi inviata a Forcella della Grava, Val di Zoldo, dove uno scialpinista che stava scendendo con altre persone si era procurato un probabile trauma al ginocchio, non distante dalla partenza della teleferica del Rifugio Torrani. Imbarcato, F.B., 36 anni, di Venezia, è stato accompagnato all’ospedale di Agordo. Presente sul posto personale del Soccorso alpino della Val di Zoldo.

1 Commento

  1. Sempre presenti il soccorso alpino, un corpo eccezionale. Datti una mossa presidente regionale, dai meno contributi a quei servizi della protezione civile per garantire presenza alle manifestazioni ed altro di simile e concedi piu’ attenzione al soccorso alpino fatto da gente esperta e preparata come i vigili del fuoco.
    Caro presidente adotta anche tu lo stesso sistema che esiste in Val D’Aosta o in Trentino dove l’intervento dell’elicottero è meno oneroso che qui nel Veneto.
    Bisogna finirla di concedere contributi a pioggia ed inservibili, bisogna piuttosto dare contributi con criteri oggettivi anche alla protezione civile ma solo per servizi di utilità come la salvaguardia del territorio, interventi per emergenza di ogni genere, terremoti, inondazioni, etc.

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.