Cani guida sulle scale mobili: ora è possibile

BELLUNO – Da ora è possibile anche per i cani guida delle persone non vedenti salire sulle scale mobili che dal parcheggio di Lambioi portano a Piazza Duomo: la novità è stata resa possibile da una modifica alla legge nazionale approvata il 22 dicembre, pubblicata lo scorso 5 gennaio in Gazzetta Ufficiale ed entrata in vigore lunedì 8 gennaio.

«Come avevamo sempre sostenuto, – sottolinea il sindaco, Jacopo Massaro – è stato necessario intervenire sulla norma per consentire l’accesso ai cani guida sulle scale mobili: ora che la legge è stata modificata, anche grazie alle osservazioni e alle richieste del Comune di Belluno e dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Belluno, non ci sono più divieti. Questo è un grande risultato, perchè rimarca come fino ad oggi avessimo sempre agito nel giusto e perchè si risolve un problema annoso».

Già tolti agli ingressi della scala mobile i vecchi cartelli di divieto, sostituiti da quelli nuovi, con le prescrizioni per i conduttori di cani guida: «La norma prevede delle condizioni precise perchè il cane possa salire sulle scale. – spiega l’amministratore unico di Bellunum, società che gestisce il parcheggio e la scale mobile, Davide Lucicesare – Innanzitutto, il conduttore deve essere in possesso di regolare patentino; poi, il cane deve essere assicurato contro terzi. Noi non faremo controlli su ogni singolo animale, ma è necessario che le persone siano sempre in regola con queste prescrizioni».

Condizioni che non comportano aggravi particolari, come spiegato dai rappresentanti dell’UICI: «Al momento della consegna del cane guida da parte delle scuole di addestramento, – spiega la vicepresidente della sezione bellunese, Luciana Dalle Molle – il cane è già coperto da assicurazione; dopo il primo anno, è obbligo per il possessore dotarsi di un’assicurazione».

La novità non cambia le agevolazioni previste per la sosta: «Per chi è in possesso del tagliando per disabili, – ricorda Massaro – è prevista la possibilità di sostare gratuitamente e senza limiti sulle strisce bianche e blu di tutto il centro, oltre che ovviamente negli stalli riservati ai portatori di handicap. Inoltre, siamo una delle poche città italiane che consente a questi utenti la sosta anche fuori dalle strisce, a patto che non si ostruisca la circolazione. Sono piccole attenzioni che manterremo».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.