A Bribano si ricordano i fratelli Salce

BRIBANO DI SEDICO – Una “vecchia” storia da non dimenticare. Era il 14 ottobre 1944 quando Dante e Giovanni Salce vennero catturati, picchiati e impiccati dai nazisti nelle vicinanze del piazzale della stazione di Bribano, il loro paese. A pochi metri dal luogo del duplice omicidio è stato eretto un monumento (v. foto allegata) alla loro memoria, monumento che annualmente viene onorato dal Gruppo Alpini e dalle Autorità Locali.

Quest’anno I Bribanesi si sono proposti di tenere vivo questo ricordo che, vista anche la massiccia presenza di residenti che provengono da altri luoghi della provincia e non solo, rischia di andare perduto. E’ stato chiesta infatti alla Parrocchia una celebrazione che si terrà nella chiesa di Bribano venerdì 13 ottobre alle ore 18:30 (vigilia dell’anniversario dell’esecuzione). 

La cerimonia vedrà la presenza dell’Amministrazione Comunale e dell’ANPI e al termine della funzione, ci sarà la possibilità di trovare “Dante e Giovanni, due di Bribano”, il racconto che narra gli ultimi minuti di vita dei fratelli, scritto da Alessio Piccoli sulla base della testimonianza di un bambino dell’epoca e pubblicato grazie al contributo delle sagre e del Gruppo Alpini di Bribano e Longano; poche pagine per ricordare e comprendere la crudeltà che ogni conflitto porta in sé.

1 Commento

  1. Dov’è si trova il raconto scritto da alessio Piccoli? Giovianni e Dante erano i fratelli del mio nonno.
    Saluti dalla svizzera!

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.