Soccorso al Rifugio Vandelli

CORTINA D’AMPEZZO – Alle 15.20 circa il 118 è stato allertato dal gestore del Rifugio Vandelli per un’escursionista tedesca, T.B., 56 anni, che si era procurata un sospetto trauma cranico e al volto. L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore, giunto sul posto, è atterrato sulla piazzola della struttura dove nel frattempo era stata portata l’infortunata. Dopo un primo controllo medico, la donna è stata imbarcata e accompagnata all’ospedale di Belluno.

INTERVENTI IN MONTAGNA – Alle 12.30 circa l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della via normale alla Tofana di Rozes, dove un escursionista era scivolato facendosi male a un ginocchio. Individuato subito con le coordinate del Gps del punto in cui si trovava, G.C., 67 anni, di Venezia, è stato recuperato con un verricello di 20 metri e trasportato al Codivilla. Sempre a Cortina d’Ampezzo, quasi contemporaneamente, l’eliambulanza dell’Aiut Alpin Dolomites di Bolzano è intervenuto in Val Travenanzes per un uomo caduto sul sentiero numero 401. T.D., 60 anni, è stato imbarcato per un probabile trauma alla gamba e accompagnato fino a Badia (BZ). Alle 12.50 il 118 è invece stato allertato per una turista di Busto Arsizio (VA) scivolata sulla sterrata tra i Piani di Pezzé e Col dei Baldi. Una squadra del Soccorso alpino di Alleghe ha quindi raggiunto la donna, L.P., 58 anni, per verificare le sue condizioni. Sbarcato personale medico e tecnico di elisoccorso, l’infortunata è stata poi caricata a bordo dell’elicottero del Suem di Pieve di Cadore in hoveringe e portata al pronto soccorso di Belluno con un sospetto trauma alla gamba.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.