“Scuola Aperta”, un’iniziativa che piace a Belluno

BELLUNO – Inizia una nuova settimana di concerti e incontri gratuiti con le classi di musica strumentale e vocale presso la Scuola “Antonio Miari” di Belluno: sono gli appuntamenti di “Scuola Aperta 2017”, l’iniziativa che apre le porte di Palazzo Auditorium – finalmente restituito al suo splendore originario – e mostra il luogo dove la musica nasce, cresce e diventa arte e professione. A due settimane dalla sua conclusione il programma continua a fare sfoggio di varietà e discipline differenti a cui assistere nella fascia pomeridiana e preserale: una proposta che il pubblico cittadino ha dimostrato di gradire, facendola poco a poco diventare un’abitudine, una parentesi di relax a fine giornata e sempre un motivo di interesse culturale. I prossimi eventi in calendario cominciano domani (mercoledì 29 marzo) alle ore 18 con la lezione concerto di “Violoncello”, a cura della docente Giulia Sfoggia. Giulia Sfoggia si diploma in violoncello con il massimo dei voti nel 2009 presso il Conservatorio di Musica di Castelfranco Veneto, sotto la guida del prof. Vestidello. Nel 2014 ottiene la Laurea nel Biennio di Didattica per la formazione dei docenti. Nel 2009 entra a far parte dell’ Orchestra Giovanile Italiana, con sede presso la Scuola di Musica di Fiesole, dove ha l’opportunità di collaborare con direttori come Ferro, Muti, Webb, Boreyko e Battistoni, oltre che con l’ORT e l’Orchestra Cherubini. Parallelamente all’attività concertistica affianca l’insegnamento del violoncello. Si proesegue venerdì 31 marzo alle 16:15 con il corso di “Prima Musica” dei bambini dai 3 ai 6 anni, curato dalla prof.ssa Emanuela Saronide. Il corso ha l’obiettivo di avvicinare i più piccoli al mondo dei suoni, aprendo un nuovo canale di comunicazione che li aiuti anche nelle materie scolastiche e nella socializzazione con compagni ed insegnanti. Emanuela Saronide si diploma in pianoforte nel 2002 presso il Conservatorio di Musica di Trento sotto la guida della prof.ssa Lorena Iop. Si laurea poi nel 2004 in Scienze dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Padova discutendo la Tesi dal titolo “L’influenza Storica e Sociale sulla Formazione Musicale della Donna”. Dal 1998 si dedica all’insegnamento della musica attraverso varie discipline che vanno dalla teoria e il solfeggio al pianoforte principale, sempre con un occhio di riguardo al mondo dell’infanzia e a chi muove i primi passi nella musica. Venerdì 31 marzo alle 16:15 e alle 17 ci saranno anche le classi di “Esercitazioni Corali” con voci bianche (dai 6 ai 12 anni) e coro giovanile (a partire dai 13 anni), tenute dalla docente Debora Piol. La Piol si diploma al Conservatorio di Padova in Musica Corale e Direzione di Coro. Quale membro del Coro Polifonico Città di Pordenone è stata attiva per un ventennio in concerti, seminari di studio e festival internazionali di musica corale. Esperta di vocalità, è impegnata nella didattica. Dal 1993 è organista nell’Arcipretale di Castion e dal 1999 direttore del locale Coro polifonico. La settimana di “Scuola Aperta” chiude sempre venerdì alle 17 con la classe-concerto di “Organo”, a cura del prof. Felix Marangoni. Diplomato in organo col massimo dei voti e in clavicembalo con il massimo dei voti e la lode, Marangoni ha frequentato diverse accademie organistiche. Ha conseguito con lode le lauree in Tecniche artistiche e dello spettacolo e in Musicologia all’Università di Venezia. Si è classificato secondo al “Premio G. Giarda”, ha ottenuto il terzo premio al concorso internazionale “J.J. Fux” (A, 2002) e il secondo assoluto (primo premio non assegnato) al “I° concorso organistico internazionale Buxtehude” a Lubecca (2007). È docente nei Conservatori di Mantova e Bologna. Il suo cd dell’integrale dei corali di Homilius ha ottenuto 5 Diapason dall’omonima rivista francese.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.