Alessandro Marzo Magno questa sera a Una Montagna di Libri

CORTINA D’AMPEZZO – L’Italia è un enorme museo a cielo aperto. Non c’è da stupirsi quindi che i più temuti personaggi della storia, da Napoleone a Hitler, abbiano preso di mira lo Stivale d’Europa e i suoi tesori. Il nuovo libro di Alessandro Marzo Magno è dedicato agli eroi e alle eroine che salvarono i capolavori italiani saccheggiati: Missione grande bellezza (Garzanti). E Marzo Magno sarà il prossimo ospite di Una Montagna di Libri, la rassegna protagonista della stagione letteraria cortinese. Questa sera, giovedi 2 marzo 2017, alle ore 18, l’appuntamento sarà al Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina. Interviene Marisa Fumagalli.

ALESSANDRO MARZO MAGNO veneziano, è laureato in Storia veneta all’Università di Venezia. E’ stato per dieci anni caposervizio esteri del settimanale “Diario”. Ha pubblicato tra l’altro Venezia degli amanti (2010), Piave. Cronache di un fiume sacro (2010), Atene 1687 (2011), L’alba dei libri (2012),L’invenzione dei soldi (2013), Il genio del gusto (2014), Con stile (2016).

IL LIBRO. Le donne e gli uomini che si sono dedicati al recupero delle opere d’arte saccheggiate in Italia da Napoleone prima e dai nazisti poi sono i protagonisti di questa storia. Da Antonio Canova, che viene spedito dal papa a Parigi nell’agosto 1815 per cercare di riportare indietro i capolavori strappati a Roma e allo stato pontificio, a Rodolfo Siviero, lo 007 dell’arte, che riesce nel 1948 a ottenere l’unica modifica al trattato di pace imposto all’Italia: si potrà chiedere la restituzione anche dei capolavori usciti prima dell’8 settembre 1943. Dopo quella data, infatti, i nazisti si sono semplicemente presi ciò che volevano. E poi i vari soprintendenti – Giuseppe Poggi, Emilio Lavagnino, Pasquale Rotondi, il futuro sindaco di Roma Giulio Carlo Argan – , il capo partigiano Pietro Ferraro e le Monuments Women italiane: la romana Palma Bucarelli e la milanese Fernanda Wittgens. E con i recuperi, si narrano anche le vicende dei saccheggi. Il generale Bonaparte che, prima di entrare in Italia, dice ai suoi soldati: «Ricche province, grandi città saranno in vostro potere. Vi troverete onore, gloria, ricchezze» e comincia la storia di una ruberia che va avanti per una decina d’anni.

L’appuntamento con Alessandro Marzo Magno è quindi per questa sera, 2 marzo 2017, alle ore 18, presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.