Controllo costante dei possessori di armi da parte della Polizia di Belluno

BELLUNO – Con Ordinanza pubblicata in data 24 novembre 2016, il T.A.R. Veneto, Sezione I, ha rigettato la richiesta di sospensiva di un provvedimento del Questore di Belluno del 12 agosto 2016, con il quale era stata respinta la richiesta di rinnovo di porto d’armi per uso caccia, da parte di un soggetto che si è reso responsabile di reiterate violazioni della normativa che disciplina l’attività venatoria, per alcune delle quali aveva già avuto un decreto di sospensione della licenza per sei mesi da parte dello stesso Questore.

Il T.A.R., accogliendo le motivazioni della Questura, ha sottolineato che le condotte del ricorrente “poste a fondamento del diniego di rinnovo, non paiono incoerenti con la valutazione prognostica d’inaffidabilità effettuata dalla Questura, trattandosi di condotte strettamente connesse all’attività venatoria”.

Tale pronuncia, va a supportare la costante attività, condotta dalla Squadra Amministrativa della Divisione P.A.S.I. della Questura di Belluno, di controllo e monitoraggio dei possessori di armi, sia per finalità venatoria, sportiva o difesa personale, finalizzata alla tutela della sicurezza pubblica in un settore particolarmente delicato, verso il quale il Questore Morelli ha sempre dimostrato specifica attenzione.

Informazioni su Redazione 10471 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.