La matematica nei giochi da casinò

Se pensavate che la dea bendata fosse l’unica a decidere sulle sorti dei giocatori ai tavoli dei casinò, dobbiamo deludervi. In molti casi, infatti, è possibile ridurre il vantaggio del banco valutando gli aspetti statistici e matematici che governano il funzionamento del gioco in questione.

I giochi di probabilità non sono altro che esperimenti, i quali generano risultati in base a eventi casuali, la cui probabilità può essere calcolata. Prendiamo un esempio concreto: giocando al blackjack online i risultati vengono generati nel momento esatto in cui vengono distribuite le carte. Possono verificarsi 3 situazioni: si ricevono carte di un certo valore, del valore esatto di 21 o di un valore che supera il 21.

Tutti i giochi da casinò si basano su una combinazione di esperimenti, ognuno dei quali ha il suo spazio campionario e diversi esiti. Che si giochi ai dadi, con le carte, alla roulette o che si partecipi alla lotteria o a un torneo di poker, il concetto non varia. Per esempio, quando a un tavolo di blackjack si distribuisce la prima carta, lo spazio campionario corrisponde al totale delle carte usate per giocare. Quando si gioca con un solo mazzo, lo spazio campionario è di 52 carte e si estende a 104 quando si usano 2 mazzi. Quando vengono distribuite 2 carte, lo spazio campionario comprende tutte le coppie di carte che insieme realizzano un determinato valore. Ad esempio, se il valore delle prime due carte distribuite al giocatore corrisponde a 10 punti, lo spazio campionario comprende tutte le coppie di carte il cui valore è pari a 10.

I giochi da casinò possono essere considerati come un insieme di diversi eventi, tra cui quelli legati al proprio stile personale di gioco o a quello dell’avversario, alle decisioni ad alto rischio o ad eventi immediati.

Per usare il linguaggio matematico, questi eventi possono essere suddivisi in esclusivi o necessari, composti o elementari, dipendenti o indipendenti. I giochi da casinò sono ottimi esempi di permutazioni e combinazioni oltre che di disposizioni: queste corrispondono alle combinazioni di carte nei giochi quali il blackjack, il baccarat e il poker; alle combinazioni di numeri nel caso della roulette, della lotteria, del keno e del bingo; e infine, alle combinazioni di simboli nelle slot, ecc.

Nonostante tutto, il gioco d’azzardo non è fatto di sola matematica. I singoli risultati sono altamente influenzati anche dalle decisioni ed emozioni del giocatore. Chi gioca di rado, solitamente si concentra sulle proprie aspettative, piuttosto che sulle dinamiche matematiche e statistiche che contribuiscono a generare una vincita. Per ottenere buoni risultati, è consigliabile badare ai concetti matematici e statistici e usare la logica per sviluppare strategie che portino al successo. Ovviamente non è richiesta una conoscenza approfondita dei vari concetti menzionati, ma pare che i giocatori più fortunati ai tavoli dei casinò sparsi per il mondo siano proprio gli esperti di matematica e i trader più perspicaci.

Informazioni su Redazione 10362 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

1 Commento

  1. Molto lusinghiera la descrizione che riguarda le vincite ai casino in modo matematico, mi permetto pero’ di suggerire a chi di competenza che ormai è giunto il momento che i giochi d’azzardo illeciti o leciti siano obbligatoriamente previsti solo all’interno dei casino o al massimo all’interno delle sale giochi con l’emanazione di un immediato decreto legge che preveda lo sgombero delle slot machine ed altro di simile attualmente poste come svago all’interno dei bar, ristoranti, pizzerie, tabaccherie, in altre parole in tutti i pubblici esercizi dove attività prevalente è tutt’altro rispetto alle cosidette “macchinette”.
    Secondo me non corrisponde assolutamente al vero che a guadagnarci vi sia solo lo Stato dove ahimè non si rende conto di quante persone si stanno ammalando perché prese dal vortice del gioco, ma a guadagnarci vi sono anche i gestori dei pubblici esercizi.
    Del resto in una paese dove la cultura, la storia dell’arte, la presenza dei monumenti ed altro riesce ad attirare milioni di turisti da tutto il mondo, non risulta controproducente che tali bellezze siano deturpate dalla presenza di questi giochi assurdi? Almeno se vogliamo mantenere questo tipo di attività pericolosa soprattutto per le nuove generazioni almeno abbiamo la compiacenza di creare delle apposite sale e niente di più.
    Chi ha orecchie por intendere, intenda.
    Antonio della Provincia di Treviso.

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.