Avviato lo scambio Erasmus+ a Belluno tra sport e disabilità

BELLUNO – Al via a Belluno il nuovo scambio europeo del Comitato d’Intesa/Csv Belluno incentrato sul connubio tra sport, creatività e disabilità. L’iniziativa è denominata “Sport&Art Ability” ed è finanziata dall’Agenzia Nazionale Giovani con il programma Erasmus+. Coinvolte quattro nazioni con relative delegazioni ovvero Croazia, Italia, Romania e Polonia, con alloggio e svolgimento di gran parte delle attività presso le strutture della Casa per ferie al “Centro Giovanni XXIII”. A guidare la compagine i coordinatori Laura De Riz del Centro Studi del Csv e il formatore Stefano Dal Farra che, insieme ai vari collaboratori del Csv, hanno ideato e organizzato questa proposta dopo l’analoga iniziativa dello scorso anno chiamata “Sharing Common Values” e l’ospitalità del seminario internazionale “A Bridge for peace and democracy” a giugno.

32 sono i partecipanti totali da varie parti d’Europa, comprensivi di traduttori e accompagnatori. La particolarità di questo scambio giovanile infatti consiste nella partecipazione di alcuni ragazzi con disabilità motoria e sensoriale, tra cui persone in carrozzina, sordi e sordomuti. Per questo ci saranno delle speciali attività che favoriranno l’abbattimento delle barriere linguistiche, sociali e culturali. Ci saranno dei laboratori dedicati all’apprendimento del linguaggio dei segni per superare le difficoltà comunicative oppure un corso di animazione e modellismo stop motion, gestito dal laboratorio Inquadrati del Csv con il regista Roberto Bristot. Nei prossimi giorni poi Belluno sarà animata da un particolare flash mob per sensibilizzare la cittadinanza su questi temi.

Anche lo sport, da sempre veicolo di integrazione, sarà protagonista tramite il basket con gioco unificato che mette insieme disabili e normodotati. Sarà organizzato infatti un mini torneo grazie alla squadra della Cooperativa Sociale Portaperta a e al Valbelluna Basket, con la collaborazione del Comitato provinciale Special Olympics. Sinergia inoltre con l’associazione Assi Onlus che porterà le testimonianza di campioni dello sport in disabilità ovvero l’olimpionico plurimedagliato Oscar De Pellegrin e il capitano della nazionale di rugby in carrozzina Davide Giozet. L’attività fisica continuerà poi con la partecipazione alla camminata “Percorsi della memoria” sui luoghi del Vajont a Longarone, con il percorso da 10km che da alcuni anni è accessibile anche alle carrozzine.

L’evento finale è in programma sabato 1 ottobre alle 9 alla palestra dell’Istituto Catullo di Belluno. Tutto il progetto ha il patrocinio della Provincia di Belluno, comuni di Belluno e Longarone, Ulss 1 e Coni provinciale. Tutte le foto e video saranno reperibili quotidianamente sul profilo Facebook del Csv Belluno. Ulteriori informazioni alla mail centrostudiricerca@csvbelluno.it.

Informazioni su Redazione 10473 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.