Formazione: domani a Belluno intesa tra Regione e Anfao

Occhialeria

VENEZIA – Domani, giovedì 5 maggio, a Belluno, nella sede di Confindustria Belluno Dolomiti (ore 12, a palazzo Reviviscar di via San Lucano 15), la Regione del Veneto ed Anfao, Associazione nazionale di riferimento per le aziende dell’occhialeria, firmano il protocollo d’intesa per percorsi di formazione per lo sviluppo delle competenze dei  lavoratori delle imprese del settore occhiale.

L’accordo, sostenuto con le risorse del Fondo Sociale Europeo,  prevede circa 1000 ore di formazione per i lavoratori delle imprese nelle diverse tematiche strategiche per la competitività: marketing, internazionalizzazione d’impresa, mondo lean, gestione d’impresa, innovazione di processo e prodotto. I percorsi formativi per le nuove figure prevedono anche un periodo di stage in azienda con l’obiettivo di creare figure di tipo tecnico nei campi della progettazione di prodotto e industrializzazione, sia figure per la gestione di aspetti strategici come il web marketing e i nuovi canali di promozione per le imprese.

“L’accordo nasce da una azione sinergica tra le due realtà – sottolinea l’assessore alla formazione della Regione Veneto – e dall’attenzione che la Regione Veneto da sempre riserva all’occhialeria, perché riconosce il ruolo trainante per l’economia di questo comparto e al contempo è consapevole delle specificità delle produzioni e del particolare contesto geografico dove le imprese operano”.

“L’intervento regionale nell’industria dell’occhialeria – evidenzia l’assessore – deriva dalle caratteristiche intrinseche del prodotto, che rappresenta un unicum nel panorama delle produzioni di eccellenza del Made in Italy. Nel corso degli ultimi anni, si è “evoluto” dal ruolo di “accessorio necessario” per diventare manifestazione di stile, precisa ed autonoma espressione della moda e della creatività con un valore aggiunto in costante crescita”. “L’occhialeria – aggiunge la responsabile delle politiche formative della Regione Veneto – è anche un settore in cui ricerca e tecnologia applicata, rispetto delle normative per la salute e sicurezza si uniscono al valore aggiunto della moda e del design”.

Il progetto formativo intende valorizzare anche tutte quelle aziende che decidono di riportare alcune produzioni o parti di produzioni di occhiali in Veneto. “La tendenza al reshoring – commenta l’assessore – rappresenta una potenziale nuova spinta occupazionale per il settore e conferma la necessità di rispondere con percorsi formativi adeguati ai fabbisogni professionali delle imprese, anche relativamente a nuove figure”.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.