Sta arrivando La Fucina, tre laboratori organizzati da SlowMachine

Corsi

Immagine di archivio (Fabio Barito)

BELLUNO – Nasce in Provincia una nuova opportunità per giovani e adulti. Da febbraio a maggio 2016 SlowMachine ha in programma tre laboratori di teatro con cadenza settimanale per chi desideri approcciarsi o approfondire le dinamiche della scena.

“La volontà è quella di portare avanti un progetto di formazione teatrale sul territorio, di creare una rete che parta dalla città, ma che possa creare sinergie anche in zone più distanti, come appunto Pieve di Cadore, che possa essere uno stimolo per avvicinare i giovani alla cultura e all’arte e possa porre le basi per la creazione di gruppi nuovi sul territorio che si possano dedicare a questo mestiere o che comunque possano approfondirne le dinamiche”. Raccontano Rajeev Badhan ed Elena Strada, direttori artistici della Stagione teatrale Belluno Miraggi, che sta portando a Belluno spettacoli di altissimo valore nazionale ed internazionale.

Già quest’estate SlowMachine aveva creato un percorso laboratoriale intensivo durante la manifestazione Comunale Ferragosto e Dintorni, che si era svolto presso il Teatro Comunale di Belluno, coinvolgendo giovani e adulti del territorio che avessero già un minimo di esperienza teatrale insieme ad attori professionisti provenienti da varie parti d’Italia.

I laboratori in partenza saranno sviluppati a partire da esercizi di avvicinamento al teatro, di fiducia e consapevolezza del corpo e dello spazio, per poi affrontare le basi di tecnica vocale e di approccio al testo. I laboratori sono rivolti a giovani (dai 16 anni) e adulti che vogliano iniziare un percorso di ricerca su se stessi per la prima volta o anche che abbiano già avuto esperienze in ambito teatrale. Mentre un progetto specifico è rivolto agli adolescenti incuriositi dall’arte teatrale (da 11 anni ai 15).

I laboratori saranno tenuti da Rajeev Badhan, regista e attore della compagnia SlowMachine e Direttore Artistico della Stagione Teatrale Belluno Miraggi, con la collaborazione dell’attrice Elena Strada reduce della ultima produzione del Teatro Stabile di Brescia.

Tre quindi i laboratori in programma: uno serale a PIEVE DI CADORE per giovani e adulti, che si terrà presso il Museo dell’Occhiale dall’11 febbraio fino a fine aprile tutti i giovedì, il secondo a BELLUNO sempre serale per giovani e adulti, presso il LaBel in Via S. Antonio, 19 a Belluno, dal 17 febbraio fino al 5 maggio il mercoledì e infine un terzo sempre presso il LaBel a BELLUNO per adolescenti, (da 11 anni ai 15) dal 17 febbraio tutti i mercoledì pomeriggio fino a maggio.

Per iscriversi è necessario inviare una breve presentazione di sé, almeno 2 giorni prima dell’inizio del corso, all’indirizzo info@slowmachine.org e se presenti indicare le esperienze teatrali pregresse. I corsi saranno attivati con un minimo di 10 partecipanti e potranno coinvolgere gruppi di massimo 18 persone. Per maggiori informazioni e costi si può contattare l’organizzazione al numero 328 9252116 o sempre tramite l’indirizzo e-mail info@slowmachine.org.

Gli insegnanti:

RAJEEV BADHAN nasce a Feltre (BL) nel 1983. Consegue la laurea specialistica in Produzione delle Arti Visive presso lo IUAV di Venezia e si diploma come attore all’Accademia Teatrale Veneta specializzandosi poi al Centro Sperimentale di Cinematografia. Segue workshop con alcuni dei più importanti maestri della scena contemporanea come Thomas Ostermeier, Declan Donnelland, Virgilio Sieni ecc. anche presso La Biennale Teatro di Venezia. Fonda nel 2012 la compagnia SlowMachine. È regista degli spettacoli di SlowMachine e di progetti video indipendenti e spot, lavora come attore sia per il teatro che per il cinema. Dal 2014 è Ideatore, Direttore Artistico e Organizzativo della stagione teatrale del Teatro Comunale di Belluno BELLUNO MIRAGGI.

ELENA STRADA nasce a Brescia nel 1984. Dopo essersi laureata al DAMS di Padova, si diploma all’Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine e si specializza con un Master presso il Centro Sperimentale di Cinematografia. Segue nel contempo un percorso di formazione personale seguendo numerosi workshop, anche presso La Biennale Teatro di Venezia, con professionisti del settore tra i quali Luca Ronconi, Romeo Castellucci, Rodrigo Garcia ecc. Fonda nel 2012 la Compagnia SlowMachine, dove lavora stabilmente come attrice e drammaturga. Collabora come attrice con il ctb – Teatro Stabile di Brescia e varie compagnie teatrali tra Brescia, Venezia, Udine e come assistente alla regia con la compagnia Officina Teatro di Lugano. Idea e cura dal 2014, insieme a Rajeev Badhan, la direzione artistica della stagione teatrale BELLUNO MIRAGGI presso il Teatro Comunale di Belluno.

SlowMachine: La compagnia nasce nel 2012 come gruppo di sperimentazione artistica che lavora sulla contaminazione delle arti, con l’esigenza di creare un polo che racchiuda in se la realizzazione e l’ideazione di lavori teatrali e video. Nel 2012 vince il bando di residenza promosso da C32 Performing Art Workspace, presso Parco del Contemporaneo-Forte Marghera dove è stato portato a compimento lo spettacolo “VideoDran”, progetto d’esordio della compagnia, che ha in seguito partecipato a numerosi festival nazionali. Nel 2013 produce con il contributo del Comune di Bergamo lo spettacolo “Il Giardino delle Rose”. Nel 2014 dà vita allo spettacolo “Primo Canto per Voce e Tempesta” dal testo “Causa di Beatificazione” di Massimo Sgorbani. Nel 2015 collabora con il Circuito Regionale Arteven realizzando il reading d’introduzione per il progetto di diffusione del film Fango&Gloria sulla Grande Guerra. Sempre nel 2015 realizza, in collaborazione con il Teatro Stabile di Brescia, il reading musicale “Zenzero&Nuvole”. SlowMachine ha anche una sezione di teatro ragazzi con cui ha prodotto due spettacoli: “Le Fiabe dei Fratelli Grimm” e “Babbo Natale Rock”, rappresentati in tutto il nord Italia. Da settembre 2014 SlowMachine inizia il progetto triennale di residenza teatrale presso il Teatro Comunale di Belluno in collaborazione con la Fondazione Teatri delle Dolomiti e il Comune di Belluno. Dal Dicembre 2014 inizia a lavorare in teatro progettando e realizzando la Stagione del Teatro Comunale BELLUNO MIRAGGI, sotto la direzione artistica di Rajeev Badhan e Elena Strada occupandosi anche dell’organizzazione, della promozione e delle idee comunicative avvalendosi della collaborazione di artisti e professionisti del territorio.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.