Bottacin sollecita i sindaci a scrivere a Renzi: “Roma, lasciai nelle tasche un giorno di tasse”

Regione Veneto

VENEZIA – “Mettiamo tutti per un attimo da parte l’appartenenza politica e scriviamo al governo sollecitando ciò che ci spetta per diritto. Forse Renzi, dato il suo passato di amministratore locale, è più disposto ad ascoltare la voce dei sindaci che quella della Regione”. Gianpaolo Bottacin, assessore alla protezione civile del Veneto si appella ai sindaci dei Comuni colpiti, ormai più di sei mesi fa, dal tornado in  Riviera del Brenta e dalle frane in Cadore.

“A Renzi ho scritto direttamente la scorsa settimana – fa presente Bottacin – sollecitando un intervento economico immediato per il Veneto. Ora chiedo ai sindaci di fare squadra come veneti e, dimostrando unità di intenti, cercare di far comprendere al governo tutte le criticità e le possibili soluzioni per riportare il territorio in condizioni di normalità di fronte a una situazione che, oltre che tragica, sta diventando imbarazzante”.

Ad oggi il governo ha stanziato quattro milioni di contributi (due per l’area in provincia di Venezia, due per le zone di Belluno colpite da frane), una cifra considerata “ridicola” rispetto alla stima per la ricostruzione dei territori colpiti dagli eventi calamitosi, i cui costi sono superiori ai centocinquanta milioni di euro. “La Regione del Veneto, nonostante i noti tagli che hanno ultimamente interessato l’ente – spiega Bottacin – e che rendono la gestione del territorio sempre più complicata, ha tuttavia già anticipato somme ben superiori ai denari messi a disposizione dal Governo, anche se la competenza precipua in materia, ai sensi della Legge 225/92, sarebbe statale”.

“Ai sindaci – caldeggia Bottacin – ma anche ai cittadini perciò dico: unitevi al mio appello e fatevi sentire a Roma con una vera e propria inondazione di mail e solleciti. Il Veneto non si lamenta, ma lavora e versa ogni giorno nelle casse dello Stato 70 milioni che non ritornano sul territorio, denari che basterebbero per riportare la situazione dei paesi colpiti da frane e tornado almeno in condizioni di normalità”.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.