Fusione Comuni, Zaia: “La gente del bellunese ha fatto una scelta saggia”

Alpago e Val Zoldana

VENEZIA – “Quando si consente ai cittadini di decidere in totale libertà di coscienza il proprio futuro, a trionfare è innanzi tutto la democrazia. E nell’Alpago e in Val di Zoldo, prima ancora dei ‘sì’ alla fusione dei Comuni delle due aree, hanno vinto la partecipazione e la volontà popolare”.

Così il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta l’esito del referendum consultivo svoltosi ieri nei tre comuni alpagoti di Farra, Pieve e Puos e di quello nei comuni zoldani di Forno e Zoldo Alto, che ha visto in entrambi i casi un nettissimo consenso per l’unione dei rispettivi municipi.

“Non ho mai nascosto il mio favore per un ridimensionamento del numero dei Comuni del Veneto – prosegue Zaia – e come Regione stiamo lavorando da alcuni anni a un piano di riordino territoriale finalizzato a rendere più economico ed efficace il sistema gestionale degli Enti locali, a tutto beneficio dei cittadini contribuenti”.

“La volontà di aggregazione che sta emergendo dagli stessi amministratori locali, a cui va la mia gratitudine e la mia stima per l’impegno e la lungimiranza che dimostrano – conclude Zaia –, nasce dalla consapevolezza che semplificazione, risparmio delle risorse, ottimizzazione della spesa pubblica ed efficacia dei servizi sono ormai traguardi imprescindibili. Ma sono gli abitanti a dover dire l’ultima parola e quella dei cittadini del bellunese è, a mio avviso, una parola di saggezza”.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.