Acc di Mel, Donazzan: “La proprietà ha onorato i patti”

Regione Veneto

Immagine archivio

VENEZIA – “Con gli ultimi 55 rientri la multinazionale Italia Wanbao-Acc ha rispettato gli accordi assunti in sede governativa e da noi sottoscritti nel dicembre 2014”. L’assessore della Regione Veneto al lavoro e all’occupazione Elena Donazzan ha reso atto al rispetto delle scadenze e degli impegni concordati con la nuova proprietà, nella prima visita istituzionale effettuata allo stabilimento di Italia Wanbao-Acc di Mel dopo il passaggio della società produttrice di compressori da frigo alla multinazionale cinese. Il sopralluogo istituzionale ha infatti coinciso con il rientro al lavoro degli ultimi 55 lavoratori (su 450, di cui 399 operai e 47 impiegati), che erano ancora in attesa di reintegro.

L’incontro ha offerto l’occasione anche per confrontarsi sul prossimo sviluppo della Wanbao-Acc, che a Mel ha uno stabilimento definito “strategico” per tutta Europa. L’assessore regionale si è impegnata, infatti, a convocare la prossima seduta del Comitato socio-istituzionale per Wanbao-Acc a fine marzo-inizio aprile, quando si prevede che “si potranno profilare altre novità, importanti e significative, per far ritornare l’industria di Mel al meglio delle proprie potenzialità”.

Ad accogliere la delegazione istituzionale è stato mister Wu Benming, amministratore unico e rappresentante della multinazionale cinese. Accompagnata dal sindaco di Mel, Stefano Cesa, e dal responsabile dell’unità di crisi della Regione Veneto, Mattia Losego, l’assessore Donazzan è stata guidata dal ‘numero due’ dello stabilimento bellunese Marco Orefice e dal direttore della produzione, nel prendere visione dei cambiamenti più significativi avvenuti negli ultimi mesi per rendere sempre più efficienti i reparti di Mel.

“Quello avvenuto oggi a Mel è stato un incontro positivo – sottolineano al termine della visita l’assessore regionale e il sindaco del comune bellunese, che si sono intrattenuti a pranzo nella mensa aziendale insieme a dirigenti e dipendenti – che dà soddisfazione al lavoro sinora svolto con grande responsabilità da parte dei lavoratori e delle istituzioni, in prima fila il Ministero dello sviluppo economico e la Regione Veneto”.

“La nuova vita di Italia Wanbao-Acc – ha concluso l’assessore Donazzan – rappresenta una delle sfide più interessanti per le politiche industriali attente allo sviluppo economico responsabile e al mantenimento di un manifatturiero altamente tecnologico e di qualità, in un settore strategico quale quello dell’elettrodomestico, che vede la Regione Veneto particolarmente attenta e impegnata”.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.