Centraline idroelettriche, Bottacin: “Moratoria fatta ma è stata annullata dalla Corte Costituzionale”

Regione Veneto

VENEZIA – “Le procedure adottate in Veneto per l’autorizzazione di nuove centraline idroelettriche sono fra le più restrittive d’Italia. Il Veneto, molto più di altre regioni, ha messo un freno da sempre. Basti un semplice dato: in Trentino già nel 2013 erano attivi 444 impianti, ben più del doppio del Veneto. La corsa a presentare nuovi progetti non è tanto per la facilità delle autorizzazioni regionali, ma per gli incentivi statali. Per quanto riguarda la moratoria – precisa l’assessore all’ambiente Gianpaolo Bottacin in risposta ad un’interrogazione del consigliere Andrea Zanoni – la Regione l’aveva già fatta per alcune tipologie di impianti da fonti rinnovabili, ma è stata poi annullata dalla sentenza 85/2012 della Corte Costituzionale, ma nonostante ciò  il Veneto non si è fermato qui ”

Tra le misure di tutela dei corpi idrici, su proposta della Regione del Veneto, al fine di preservare le caratteristiche di naturalità proprie dei piccoli bacini montani e dei torrenti montani, è stato stabilito che non sono ammesse nuove derivazioni ad uso idroelettrico ovvero varianti significative di esistenti derivazioni, qualora il bacino sotteso dall’opera di presa sia inferiore o uguale a 10 kmq, diversamente dalla Provincia Autonoma di Bolzano e dal Friuli Venezia Giulia (a guida pd), per le quali si applica una norma meno restrittiva.

Inoltre, su richiesta della Regione del Veneto, lo scorso 8 gennaio si è tenuta una riunione tecnica, a livello di Distretto Idrografico delle Alpi Orientali, per uniformare in tutto il Nord Italia le procedure di valutazione del rischio ambientale connesso alle derivazioni idriche in relazione agli obiettivi di qualità ambientale definiti dagli aggiornamenti dei Piani di gestione della acque.

L’assessore ribadisce infine che questi impianti sono incentivati dal governo nazionale e se non ci fossero gli incentivi probabilmente non verrebbero neppure proposti.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.