Roldo, macellai di Confcommercio Belluno: “Evitiamo allarmismi sulla carne”

Il sito internet di Confcommercio Belluno

BELLUNO – «Ciò che ci preoccupa di più delle notizie emerse in questi giorni rispetto alle affermazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è che si arrivi ad un eccesso di allarmismo» – così si esprime il presidente provinciale del sindacato macellai di Confcommercio Belluno, Renzo Roldo, sul caso delle “carni lavorate”.

«Non è mai opportuno commentare d’istinto notizie  basate su indicazioni di carattere scientifico ma non si può neanche tralasciare il grave rischio di un allarmismo eccessivo; quale prodotto alimentare è soggetto a numerosi e giusti controlli come la carne? Quale livello di attenzione il servizio sanitario nazionale ed i servizi veterinari a livello locale pongono sulla filiera perchè venga garantita la doverosa qualità, sicurezza e salubrità della carne che poi finisce sulle nostre tavole? La carne è uno degli alimenti più controllati e sicuri.

È di questo periodo una campagna curata dalla nostra federazione nazionale, Federcarni – Confcommercio, rispetto all’importanza, per una sana alimentazione, anche della carne rossa che, magra, fa bene alla salute. È chiaro che ognuno di noi, da consumatore, debba affidarsi ai criteri generali e basilari di una sana alimentazione basata su qualità, varietà e moderazione. Certo, in ogni caso, il “troppo stroppia”.»

Sulla notizia dei livelli di cancerogenicità delle carni rosse lavorate quale messaggio lanciare ai clienti delle macellerie bellunesi? «Innanzitutto – prosegue Rold – che si affidino al loro macellaio di fiducia, diventato negli anni una sorta di “consulente in cucina” con consigli e proposte volte ad una dieta sana, equilibrata e variegata. A livello locale c’è un’elevata attenzione al rapporto di fiducia con la propria clientela e del resto gli stessi esperti scientifici  si sono immediatamente espressi su posizioni anti-allarmistiche e di sostegno rispetto ad un consumo consapevole, sicuro e variegato.»

Ma come reagiscono i macellai dei nostri paesi ad uno scossone del genere? «Continuando sulla strada della qualità, della conoscenza del prodotto e di tutti i suoi passaggi di filiera, della ricerca di carni che rappresentino per il consumatore un’occasione per mangiare veramente bene e sano.»

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.