Pedonata solidale di Limana: raccolti 3400 euro in dono al Comitato d’Intesa

LIMANA – Bilancio di grande solidarietà per la manifestazione “Camminiamo insieme per arrivare al cuore” del 20 settembre a Limana, che ha permesso di raccogliere 3400 euro a sostegno del Comitato d’Intesa, quindi del volontariato bellunese. La Società bocciofila calcestruzzi Frezza, presieduta da Gildo Prade, ha donato 1400 euro, mentre l’associazione Insieme per Limana donne 2 mila.

Alla gara di pallinetto a terne, intitolata alla memoria di Renato Trevisson, hanno preso parte oltre 50 alteti di diverse società, non soltanto bellunesi ma anche trevigiane. Oltre 300 le adesioni che hanno fatto esaurire tutti i gadget preparati per la camminata non competitiva. In oltre 200, con una ventina di cani, hanno deciso di partecipare anche alla pedonata, oltre che alla donazione: tra loro anche il sindaco di Limana Milena De Zanet, il vicesindaco Edi Fontana. All’arrivo, i protagonisti sono stati accolti dal gruppo musicale di percussionisti e ballerini “La musica non ha confini”, guidati da Mousthapha Phall. I terreni privati su cui è passata la camminata sono stati sfalciati e puliti con cura dai proprietari. Altri volontari hanno contribuito allestendo i punti ristoro con frutta e bevande fresche.

Alla premiazione della gara di pallinetto sono intervenuti anche i familiari di Trevisson per consegnare il trofeo ai vincitori, assieme al presidente FIB Massimo De Vecchi, il responsabile della gara Giorgio Tormen, il presidente del Comitato d’Intesa e del Csv Giorgio Zampieri, Prade e Piovesan. Tutti hanno sottolineato il bello della giornata e ringraziato i presenti. In 140 si sono poi fermati a cena, preparata al bar Coppe anche con la collaborazione di alcune signore, che hanno servito ai tavoli e preparato dolci. È seguita una lotteria con tanti premi.

«La comunità Limanese ha partecipato con grande coinvolgimento, dando un forte segno di amicizia e di condivisione, con uno spirito bello, libero e privo di interesse, se non quello di trascorrere una giornata serena e di testimoniare solidarietà al volontariato», afferma Zampieri. Il ricavato è stato dato al Comitato d’intesa per le sue molteplici attività e servizi resi alla comunità locale, come ad esempio il servizio STACCO di trasporto di persone con difficoltà di deambulazione, l’acquisto di ausili per le persone disabili, la gestione di Casa Tua. «Il lavoro organizzativo non è di poca cosa, quindi meritano gratitudine lo staff di “Insieme per Limana donne”, a cui si sono aggregate altre persone, i membri della Società bocciofila Calcestruzzi Frezza, il gruppo alpini locale, il Comune e tutti quei privati e ditte che hanno voluto offrire tempo e generi, valorizzando una giornata di testimonianza solidale».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.