L’arciere bellunese Andrea Fagherazzi bronzo agli italiani

A dx in bianco Andrea Fagherazzi impegnato in una competizione
A dx in bianco Andrea Fagherazzi impegnato in una competizione
A dx in bianco Andrea Fagherazzi impegnato in una competizione

BELLUNO – Si è svolto al Lago Laceno, comune di Bagnoli Irpino (AV) il campionato italiano di campagna 2015, sabato 19 e domenica 20 settembre. I quasi 900 chilometri non hanno fermato gli Arcieri del Piave, anche se qualcuno ha dato forfait ed è rimasto a casa: troppo grande la voglia di medaglia soprattutto del compound maschile Andrea Fagherazzi, e medaglia è stata!

Dopo la vittoria alla Coppa delle regioni, ma in quella manifestazione erano esclusi i componenti della squadra nazionale, Andrea si è dato da fare per qualificarsi agli italiani, obiettivo di ogni buon agonista, ed è rientrato come ottavo, consapevole che avrebbe potuto giocare per una medaglia in questa classe assai competitiva; è stato lui a combinare la trasferta facendo aggregare gli arcieri del Brenta per poter riempire il pulmino e dividere le spese.

La gara di qualifica lo ha visto chiudere a 382 punti, fuori dal podio per un soffio, ma nella stessa giornata di sabato si sono disputati anche i quarti di finale, 8 piazzole a distanze conosciute al termine delle quali è risultato finalista con il miglior punteggio, mentre Giulia Tormen, al suo primo campionato con il compound chiudeva la qualifica al 7° posto nella classe senior femminile e 9a assoluta, esclusa dal proseguimento per soli 2 punti.

Domenica sono partite le semifinali e finali a squadre, con la vittoria degli amici del Brenta, e poi le semifinali individuali, con Andrea alquanto nervoso che è stato sconfitto dall’avversario ma non certo abbattuto, e dopo una lunga attesa, entrato sul campo per lo scontro finale valido per la medaglia di bronzo, ha tirato fuori tutta la grinta di cui è capace, imponendosi di misura sull’esperto Carlo Bernardini. Per una medaglia più preziosa bisognerà aspettare ancora!

Hanno invece partecipato per fare esperienza i due ragazzi olimpico Edoardo Barnabò e Andrea Galli, al loro primo campionato di campagna; il principio in casa Piave è comunque sempre lo stesso, chi si dà da fare e si qualifica, avrà la possibilità di partecipare al campionato, indipendentemente dalle chances di medaglia e dal fatto che i genitori possano accompagnarlo. In questo caso si sono presi cura di loro i soliti Renato e Valeria.

Non ha partecipato lo juniores Andrea Monego, che in un primo momento aveva invece aderito, ma non lo si può condannare: partito la settimana scorsa per Torino, dove è entrato a tutti gli effetti nella scuola federale, aveva appena iniziato le lezioni nel nuovo istituto in cui si è trasferito, e per andare ad Avellino avrebbe perso almeno 4 giorni di scuola, davvero troppo per un alunno che dovrà affrontare la maturità, e soprattutto troppi chilometri da fare, girando l’Italia da ovest a est e da nord a sud e viceversa!

Soprattutto in campo giovanile ci sono state comunque altre assenze importanti, anche perchè da venerdì 25 settembre si disputerà a Torino il campionato targa, al quale parteciperanno ancora una volta anche gli arcieri del Piave, e stavolta Monego ci sarà, non fosse altro che per la vicinanza a Cantalupa dove attualmente risiede. A tutti un caloroso in bocca al lupo!

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.