Vecchi mestieri e sapori tipici nel fine settimana a Chies

La delegazione di Chies in Ungheria nel luglio 2015

La vista della delegazione magiara segue quella in Ungheria di una rappresentanza alpagota lo scorso luglio

La delegazione di Chies in Ungheria nel luglio 2015
La delegazione di Chies in Ungheria nel luglio 2015

CHIES D’ALPAGO – Continua lo scambio culturale tra il Comune di Chies d’Alpago (Belluno) e quello di Iliny (Ungheria). Nell’imminente fine settimana, una delegazione della cittadina magiara sarà a Chies in occasione della manifestazione “Aspettando la Fornace”, rassegna biennale delle produzioni agro alimentari e dimostrazioni di vecchi mestieri. Organizzata dal Gruppo Percorso Vecchi Mestieri, si terrà nelle località di Coe e Mussera, a San Martino, domenica 20 settembre. La delegazione magiara interverrà con i propri costumi tipici, esibendosi in balli tradizionali.

Lunedì, 21 settembre, con inizio alle 19.30, al Nuovo Teatro Minimo di Chies, ci sarà poi una proiezione sulla visita che una delegazione di Chies aveva fatto a Iliny, dal 23 al 26 luglio scorsi, per partecipare alla Festa dei Popoli, organizzata all’interno del programma Eacea – Europe for Citizens, che ha visto anche la partecipazione di rappresentanze lettoni, polacche e slovacche. La  manifestazione è stata caratterizzata da due momenti principali. Uno, di carattere sportivo: una competizione di corsa campestre che ha visto Chies d’Alpago sul gradino più alto del podio nella 12 chilometri uomini grazie a Daniel De Battista. L’altro era di carattere gastronomico, con la presentazione di  alcuni dei prodotti tipici locali. Anche in questo caso Chies ha primeggiato. Lo ha fatto presentandosi con salami nostrani, confetture fatte in casa, miele, sciroppo di sambuco, con i formaggi e le ricotte dell’azienda agricola di Lisa Calvi di Mussera (fraz. San Martino) e il Pinot Nero dell’azienda agricola Valdepol di Codenzano, primeggiando per qualità, sapore e genuinità dei prodotti sapientemente maneggiati da Paola Zanon, e presentati dal consigliere Domiziano Zanon.

Diverse altre, nella trasferta di luglio, sono state le occasioni di condivisione con le altre realtà europee: ad esempio sul piano musicale con un’orchestra mista che ha visto il contributo di Andrea Zanon alla fisarmonica. Protagonista sono state anche la storia e la natura: Lara Bortoluzzi, in rappresentanza dell’associazione Alpago Storia Natura, ha infatti presentato le realtà museali dell’Alpago, in particolare il Museo di Storia Naturale di Chies. A Iliny è stato protagonista anche l’artigianato grazie alla presenza dell’azienda Stencil Artelegno, che ha impreziosito lo stand alpagoto con il lavoro della sgorbia, regalando poi alle delegazioni le maschere tradizionali e i quadri religiosi realizzati incisi  su tavole di ciliegio e rovere.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.