Raggiunta coppia in difficoltà sul Monte Borgà

I volontari del Soccorso Alpino nella preparazione dell'attrezzatura (Luca Mares)
I volontari del Soccorso Alpino nella preparazione dell'attrezzatura (Luca Mares)
I volontari del Soccorso Alpino nella preparazione dell’attrezzatura (Luca Mares)

ERTO CASSO –  Scattato ieri l’allarme per due escursionisti in difficoltà sopra l’abitato di Casso, in accordo con la Stazione della Val Cellina, attorno alle 19 è stato allertato il Soccorso alpino di Longarone. La coppia, un uomo e una donna di Portogruaro (VE), dopo essere salita fino ai Libri di San Daniele, aveva preso il Trui de Donè per scendere verso Casso, ma, persa la traccia, era finita incrodata tra cespugli di mugo, incapace di orientarsi. Messi in contatto telefonico con i soccorritori, i due escursionisti non sono stati in grado di dare informazioni precise sul luogo in cui erano bloccati. Riuscita tramite la centrale operativa del Suem a risalire alle coordinate Gps, la squadra si è avvicinata al luogo dove doveva trovarsi la coppia, che nel frattempo però si era spostata. Fortunatamente i due dopo un po’ hanno risposto ai richiami dei soccorritori, che sono riusciti a individuarli e a raggiungerli, dopo un’ora e mezza circa a piedi, non distante dai ruderi di Casera Tamer, sotto il Monte Borgà, a un’altitudine di 1.500 metri. I due escursionisti, che stanno bene, malgrado la stanchezza, stanno scendendo assieme ai soccorritori verso il Rifugio Cava Buscada, da dove proseguiranno in jeep lungo la Val Zemola, fino all’abitato di Erto.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.