Agevolazioni per innevamento artificiale, Anef Veneto: “Segnale positivo ma non dimentichiamo i costi”

La pista Coca in Nevegal nell'inverno scorso

BELLUNO – Anef Veneto esprime soddisfazione per l’approvazione in giunta regionale della delibera che provvede ad aggiornare l’entità dei canoni per il 2016 dovuti per l’utilizzo dei beni del demanio idrico, in particolare in riferimento alle derivazioni d’acqua usate per l’innevamento artificiale. «Fa piacere – commenta Renzo Minella, presidente di Anef Veneto – che la giunta regionale, in una delle sue ultime riunioni dell’attuale legislatura, abbia licenziato un provvedimento che tiene conto della rilevanza dell’offerta turistica legata allo sci e, soprattutto, delle difficoltà di bilancio delle società impiantiste, dovute anche  alla riduzione delle precipitazioni e dell’innevamento naturale dei territori montani, che comporta un aumento dei costi che il comparto deve sostenere. La riduzione del 25% del canone da applicare all’innevamento artificiale per il 2016 è dunque un piccolo ma significativo aiuto per le nostre società, ma ciò non deve far dimenticare quali sono i costi più significativi che dobbiamo sostenere: quelli relativi al consumo di acqua. Anche su questi servirebbero degli interventi mirati».

Informazioni su Redazione 10351 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.