Anche Santa Giustina aderisce all’appello per il mantenimento dei servizi culturali

Il sito internet del Comune di Santa Giustina

SANTA GIUSTINA – La Giunta Comunale di Santa Giustina ha approvato nei giorni scorsi una delibera a sostegno dell’appello lanciato da cittadini, dipendenti e associazioni, per mantenere i servizi culturali provinciali. Mentre infatti in biblioteca civica si raccolgono le firme dei cittadini (fino al 18 aprile), l’Amministrazione si è affiancata a tutti coloro che, a seguito dei noti tagli di funzioni e trasferimenti alle Province, temono che vengano meno attività che nell’ultimo decennio hanno rappresentato una vera e propria eccellenza nel Bellunese. Il Comune di Santa Giustina ha una biblioteca importante, sia per la sede in cui è stata collocata sei anni fa all’interno del Centro Culturale, sia per il patrimonio librario di circa 24.000 volumi che proprio grazie al sistema interbibliotecario sono a disposizione non solo dei cittadini di Santa Giustina, ma di tutta la provincia e oltre. “L’investimento fatto dal Comune recuperando il vecchio Istituto “Rizzarda” e stanziando ogni anno qualche migliaia di euro per l’acquisto dei libri – sottolinea il Sindaco Ennio Vigne – ha una prospettiva che va oltre i confini comunali, ha reso la nostra biblioteca un centro di riferimento anche per cittadini di altri Comuni e serve a studenti di tutta la provincia che possono usufruire di questo patrimonio quasi da casa propria; sarebbe veramente un danno per tutti vedere la cancellazione di un servizio che funziona.” La preoccupazione naturalmente è per tutto il patrimonio di progetti che la Provincia ha in atto, ma in particolare l’Amministrazione pensa al Museo Etnografico Provinciale di Seravella, un edificio di pregio che negli anni ha visto crescere patrimonio materiale, studi, biblioteca e progetti di conoscenza della tradizione bellunese: “siamo uno dei pochi Enti, insieme a Comune di Cesiomaggiore, Provincia, Comunità Montana Feltrina, Ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi ad aver sostenuto anche economicamente il Museo che rappresenta uno dei poli culturali e di attrazione turistica più importanti del Feltrino; – continua Vigne – ci abbiamo sempre creduto e nonostante le ristrettezze di bilancio abbiamo voluto anche quest’anno rinnovare il nostro contributo”. L’Amministrazione auspica che questa voce unanime venga ascoltata, per la crescita culturale dei cittadini e lo sviluppo turistico di cui oggi si parla tanto ma che non può prescindere dal mantenimento di alcune strutture e servizi.

Informazioni su Redazione 10926 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.