Aperta a Longarone Fiere la 15esima edizione di “Caccia, Pesca e Natura”

Longarone Fiere

LONGARONE – “Longarone anche quest’anno è il catalizzatore di un grande interesse attorno al mondo venatorio e arriva a poche settimane dall’Expo di Milano dove il tema centrale è l’ambiente e il mangiar sano. Settori che sono legatissimi a questo evento insieme al gelato, altra peculiarità di questo territorio. Ho visto grande interesse e per questo la Regione Veneto dovrà mantenere alta l’attenzione per essere in linea con le disposizioni di tutela e salvaguardia del territorio che partono dalla Commissione europea”. Lo ha affermato l’assessore regionale del Veneto alla caccia, Daniel Stival in occasione della cerimonia inaugurale della quindicesima edizione di “Caccia, Pesca e Natura”, la Mostra nazionale di prodotti e attrezzature per la caccia, la pesca sportiva che proseguirà nei padiglioni di Longarone Fiere sino a domenica 19 con orario d’apertura dalle 9 alle 19. Da parte sua il presidente di Longarone Fiere, Giorgio Balzan ha sottolineato la crescita della manifestazione entrata ormai di diritto nel panorama nazionale di settore come punto di riferimento assoluto. Dopo i saluti del sindaco di Longarone, Roberto Padrin, il consigliere con delega alla caccia e pesca dell’Amministrazione provinciale di Belluno, Pierluigi Svaluto Ferro ha posto l’attenzione sui numerosi eventi che si svolgeranno nel corso della rassegna. “Saranno qualificati momenti di confronto per il mondo venatorio e della pesca su temi di estrema attualità. Per il settore il futuro si prospetta particolarmente importante in attesa del nuovo Piano faunistico e la Carta ittica con l’auspicio che la Regione Veneto ponga attenzione sulla specificità della Provincia di Belluno”. A Caccia, Pesca e Natura 2015 sono presenti 130 marchi aziendali provenienti da 10 Regioni italiane e 7 Paesi esteri, con aziende che presentano il meglio della produzione di settore. Presa d’assalto sarà anche sicuramente la grande “Festa del Cacciatore”, un evento nell’evento, giunto alla sua ventesima edizione, che vede protagoniste Istituzioni, Associazioni di settore e i Distretti Venatori montani. Domani, sabato 18 aprile, la giornata si aprirà con la gara di pesca alla trota in torrente, cui seguirà (ore 10) il seminario sui problemi legati alla valutazione dell’età degli ungulati, classica tematica che riguarda la caccia in montagna. Nel pomeriggio (ore 15) sarà la volta del seminario sul ritorno dei grandi carnivori, organizzato dalla Provincia di Belluno, accanto al quale verranno presentate anche le prerogative dell’attività realizzata dai cosiddetti “cani da veleni”, un gruppo di unità cinofile che la Regione del Veneto ha allestito sull’intero territorio regionale che darà anche dimostrazione delle proprie abilità nel corso di alcuni momenti dedicati nelle giornate di sabato e domenica. La giornata si chiuderà con la premiazione e la consegna degli attestati dei Trofei di caccia, nell’ambito della Festa del Cacciatore. Previste anche le premiazioni del 13. Concorso Nazionale di Tassidermia, organizzato dall’ATI presieduta da Iginio Bressan, un evento che ha suscitato straordinario interesse da parte dei visitatori sin dall’apertura della rassegna.

Informazioni su Redazione 10421 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.