Oli di oliva vergini: nuovi obblighi per bar e ristoranti

Il sito internet di Confcommercio Belluno

BELLUNO – Confcommercio Belluno informa che da oggi 25 novembre entra in vigore per ristoranti e bar un nuovo obbligo, derivante dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea, in materia di qualità e trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini. È stata infatti confermata la norma che prevede l’utilizzo di bottigliette anti – rabbocco per gli oli presentati ai clienti al tavolo e sono state introdotte pesanti sanzioni per chi non la rispetta. In sostanza, per impedire l’alterazione del contenuto dell’olio indicato in etichetta, gli esercenti sono tenuti a utilizzare contenitori monouso o bottigliette anti – rabbocco etichettate, pena una sanzione amministrativa che va da 1.000 a 8.000 euro. “La FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) ha fortemente contrastato l’adozione della norma –  spiega Rossana Roma, presidente FIPE Belluno  – perché le frodi alimentari avvengono a monte della filiera dell’olio e non certo a valle. Anzi in casi come questo l’esercente può essere considerato alla stregua di un consumatore finale ed essere vittima di frode egli stesso. In ogni caso la questione presenta non poche criticità e per questo ci siamo attivati a livello nazionale per ottenere i dovuti chiarimenti dal Ministero sulle effettive modalità applicative.”

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.