Protezione Civile, Bergamasco capogruppo della nuova squadra di Longarone

La diga del Vajont a Longarone

LONGARONE – L’assemblea convocata dal sindaco Roberto Padrin ha definito mercoledi sera la composizione del direttivo del nuovo gruppo comunale volontario di protezione civile e A.I.B. di Longarone. Il gruppo che unisce, a seguito della fusione dei comuni, i due gruppi di Longarone e Castellavazzo ha iniziato il nuovo corso nominando Pierluigi Bergamasco, già amministratore e vice capogruppo di Castellavazzo, capogruppo affiancato dal vice Edi Del Vesco e dai consiglieri Marco De Bona, Gino Salvador, Sergio Salvador e Manuel Olivier. Il direttivo si riunirà già lunedì 11 agosto per programmare l’attività futura. “Con la nomina del nuovo direttivo – afferma il sindaco Padrin, che si è assunto la delega della protezione civile – inizia una nuova fase per la nostra squadra che metterà insieme le forze di due gruppi che hanno lavorato in questi anni con straordinario impegno e professionalità nei nostri territori e in giro per l’Italia operando nelle emergenze che hanno purtroppo colpito la nostra Nazione ricambiando la solidarietà che le nostre comunità hanno ricevuto all’indomani del disastro del Vajont. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i nostri volontari che mettono a disposizione il loro tempo a servizio degli altri e, in particolare, i due capogruppo uscenti Gino Salvador ed Edi Del Vesco per il servizio prestato e per aver voluto rimanere all’interno del direttivo portando la loro grande esperienza. Il mio auspicio è che il gruppo possa essere ulteriormente integrato da nuove forze viste le difficoltà che quotidianamente coinvolgono i nostri territori a fronte soprattutto di condizioni meteo avverse e instabili”. Il gruppo è composto da una quarantina di volontari ed è di supporto al coordinamento dell’Unione Montana Cadore Longaronese Zoldo guidato da Mirko Salvador, che accorpa quasi 400 volontari tra le squadre di protezione civile, Soccorso Alpino Longarone-Val di Zoldo, Valbelluna Emergenza e le squadra di Antincendio boschivo regionale. Dei grandi numeri e una grande disponibilità gratuita in aiuto di chi ha più bisogno.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.