Hockey, Metallurg Magnitogorsk: l’intervista a Ivano Zanatta

Ivano Zanatta all'Olimpico di Cortina d'Ampezzo

CORTINA D’AMPEZZO – Un pallido sole sta illuminando il ritiro ampezzano del Metallurg Magnitogorsk, la squadra russa a Cortina ormai da due giorni che sta suscitando l’interesse dei numerosi tifosi di hockey che non vogliono perdersi la grande partita del 6 agosto (ore 21.15 all’Olimpico di Cortina) contro i vicecampioni EBEL del Red Bull Salzburg, evento celebrativo per i 90 anni della Sportivi Ghiaccio Cortina. Parla Ivano Zanatta, che il Magnitogorsk l’ha ben conosciuto qualche mese fa, avendolo affrontato – da allenatore – nella serie della finale di KHL.

Da due giorni si stanno allenando a Cortina d’Ampezzo i campioni KHL del Metallurg Magnitogorsk: chi sono questi russi che graffiano il ghiaccio dell’Olimpico?
Conosco bene questa squadra perché, contro di loro, ho perso la finale di KHL, qualche mese fa. È senz’altro la squadra più forte in Europa: nel ranking aggiornato, su 240 team, il Magnitogorsk risulta il migliore. È poi una squadra che sicuramente lotta per portare a termine un’altra stagione positiva e per vincere di nuovo. Ho parlato con il loro allenatore, Mike Keenan, ed è convinto di poter bissare il successo.

Come è nata l’idea di portare il Metallurg a Cortina?
Sono sette stagioni che lavoro con la KHL e grazie ai contatti che si sono costituiti in questi anni è nata questa possibilità: si parlava da tempo di questa proposta, e finalmente si è realizzata. C’è stato il fondamentale supporto di Antonio Menardi e di Michele Zanatta, che hanno accolto a Cortina la squadra in occasione del loro sopralluogo: è in questo modo che il progetto è potuto diventare realtà. E ora c’è il supporto di tutti: Sportivi Ghiaccio Cortina, Se.Am. e Cortina Turismo; con questo team credo che riusciremo a realizzare cose molto positive anche in futuro.

Si parla già di progetti più ampi.
La mia idea, che è già stata presentata alcuni anni fa alla KHL, è quella di creare una manifestazione che corrisponda a una Spengler Cup estiva. Non è una novità per Cortina perché nel passato ci sono stati diversi incontri di alto livello nel mese di agosto. La mia idea è di portare qui squadre internazionali o, sicuramente, della KHL, e organizzare un torneo estivo di alto livello. Questo potrebbe creare anche una piattaforma business to business tra Italia e Russia con Cortina come fulcro.

Tra qualche giorno arriveranno a Cortina i giornalisti russi della KHL.
Sì: arriverà una troupe della KHL TV con un giornalista e filmeranno tre giorni di ritiro e realizzeranno anche un servizio sui 90 anni della Sportivi Ghiaccio Cortina. Arriverà anche un giornalista da Mosca per conto della Russian News Agency. Possiamo dire che c’è stato un grandissimo supporto da parte loro. È un rapporto iniziato da poco, ma che va assolutamente coltivato e consolidato in modo che abbia degli sviluppi interessanti in prospettiva futura.

Al termine del raduno del Metallurg l’Olimpico di Cortina diventerà teatro di un incontro amichevole di altissimo livello.
Tramite il Magnitogorsk e il suo staff tecnico, il 6 di agosto ci sarà un incontro contro i Red Bull Salzburg. Gli austriaci sono un po’ più indietro dal punto di vista della preparazione rispetto ai russi, ma l’incontro sarà di altissimo livello ed il fatto di poter avere un incontro del genere in agosto a Cortina sarà assolutamente positivo.

Invitiamo tutti gli appassionati ad assistere all’incontro, ricordando anche la prevendita (dal 2 agosto all’Info Point di Corso Italia, a Cortina).
Mi auguro che vengano quanti più tifosi possibili. Anche adesso, durante il ritiro, le porte dello Stadio sono aperte per assistere agli allenamenti. Vedere la miglior squadra di hockey d’Europa non è una cosa che capita tutti i giorni!

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.