Trail de le Longane, vince l’azzurro Cagnati

A sinistra l'atleta bellunese Luca Cagnati

LOZZO DI CADORE – Sfumature azzurre al Trail de le Longane. La seconda edizione della non competitiva di corsa in montagna, andata in scena domenica 4 maggio a Lozzo di Cadore (Belluno) è stata vinta dal nazionale Luca Cagnati. Il bellunese di Canale d’Agordo, classe 1990, punta di diamante dell’Atletica Valli Bergamasche, al termine dei 15 chilometri del tracciato cadorino (1.100 i metri di dislivello, con partenza e arrivo in centro a Lozzo, toccando alcune zone suggestive dei dintorni come quella dei Mulini o quelle di Lagune e Somacros) si è imposto con il tempo di 1h08.22, relegando a oltre 4’ Daniele De Colò, l’agordino di Taibon che anche lo scorso anno aveva conquistato la piazza d’onore e che quest’anno si è migliorato di una quarantina di secondi. A completare il podio Mohamed Zahidi. Tra le donne il successo è andato a Silvia Rampazzo su Paola Romanin e Anna Finizio. Quarto posto per l’ultramaratoneta Daniela Da Forno.

«Una bella vittoria, su un tracciato che non ha nulla da invidiare a gare di campionato italiano o anche qualcosa di più – commenta il vincitore -. Per quanto riguarda la mia gara, l’ho corsa in scioltezza, gestendomi in tranquillità in quanto proprio sabato ho terminato il raduno con la nazionale a Gemona del Friuli e la brillantezza non era tantissima. E’ stato un buon test, utile per i prossimi appuntamenti: il primo che conta sarà il Campionato itali anodi staffetta, in programma il 25 maggio a Leffe (Bergamo ndr). Posso dire di correre in casa e voglio fare bene. Poi il 15 giugno a Oncino (Cuneo) ci sarà la prima prova del Campionato italiano individuale, valida come selezione per l’Europeo di Gap del 12 luglio. La convocazione in azzurro è il primo grande obiettivo della stagione».

Fa festa Luca Cagnati ma fa festa anche il comitato organizzatore. Raggiunta quota 300 iscritti e a qualche atleta si è dovuto dire di no. «A malincuore abbiamo dovuto rinunciare a qualche concorrente la chiusura iscrizioni fissata a quota 300, per esigenze logistiche e di sicurezza, non ci permetteva di fare altro – spiega Andrea Forni, coordinatore dell’organizzazione -. La gara è andata davvero bene e il vincitore è stato d’eccezione. Grazie a tutti coloro che hanno collaborato: dai membri del comitato organizzatore alle sezioni cadorine del Club Alpino Italiano e dal Soccorso Alpino di Pieve di Cadore, Centro Cadore e Auronzo, dal gruppo Alpini ai Vigili del Fuoco, dai Fatti di Lozzo alle altre realtà locali. Grazie anche a Moreno Pesce (l’atleta che corre con una protesi alla gamba sinistra ndr): il suo arrivo è stato un momento davvero toccante».

Informazioni su Redazione 10351 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.