Vajont, sport e memoria portatori di messaggi umanitari

La diga del Vajont a Longarone
La diga del Vajont a Longarone
La diga del Vajont a Longarone

LONGARONE – Si chiuderà sabato 27 luglio un ciclo di iniziative sportive dedicate alla Memoria del Vajont, quando nello stadio comunale di Ponte nelle Alpi (BL), si disputerà alle 18:00 l’amichevole di calcio a scopo benefico tra la Nazionale Italiana Sindaci, con il top player Roberto Padrin, Sindaco di Longarone, capitano per l’occasione, contro una rappresentativa dei Campioni dello Sport. Tra le loro fila giocheranno Dino Baggio, Luigi Delneri, Riccardo Pittis, Marzio Bruseghin, Kristian Ghedina e Pietro Piller Cottrer. La telecronaca dell’evento è affidata a Bruno Pizzul e Giovanni Viel. Il programma della giornata prevede, alle 16:00, un omaggio al Cimitero monumentale delle Vittime del Vajont di Fortogna, e l’intitolazione del piazzale antistante lo stadio di Ponte nelle Alpi alle vittime del Disastro.

Memoria e sport continuano ad incontrarsi, dunque, e si fanno portatori di messaggi umanitari. Così, dopo il significativo successo di “Una corsa per non dimenticare”, organizzata la scorsa settimana dal Dopolavoro Ferroviario di Udine per trasmettere la memoria non soltanto del Vajont, ma anche dei disastri di Tesero, Vilminore di Scalve e Molare, continuano le iniziative che vogliono trasmettere il valore della Memoria del Disastro del Vajont attraverso lo sport.

Il programma comincia questo fine settimana, con la visita di sabato 20 luglio del Vespa Club di Porcia (PN). La manifestazione, con partenza da Porcia (PN) e arrivo a Longarone, attraverserà i luoghi interessati dal Disastro e il Museo “Longarone, Vajont…attimi di storia”.

Domenica 21 luglio Longarone sarà teatro dell’arrivo di un’altra staffetta, questa volta partita dal Comune di Massarosa (LU), e organizzata dal gruppo podistico “Amici della marcia” e dell’ASD Atletica Massarosa. Ogni anno le due associazioni organizzano una staffetta che conduce gli atleti dal Comune di appartenenza verso mete di particolare rilevanza storica, religiosa o turistica. Quest’anno la manifestazione è giunta alla 34° edizione, e gli organizzatori hanno scelto come meta Longarone in onore e memoria delle vittime del Vajont a 50 anni dal disastro.

Giovedì 25 luglio, infine, il Comitato locale della Croce Rossa Italiana di Novi ligure (AL) organizza un giro ciclistico sui luoghi che 50 anni fa furono teatro del disastro della diga del Vajont.  Da sette anni organizza iniziative come questa verso luoghi significativi, per testimoniare solidarietà e sensibilizzare l’opinione pubblica su temi sociali, della pace e dell’assistenza al prossimo.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.